Arenzano, in 150 per il cimento invernale

cimento-2

Arenzano. Comincia la serie dei cimenti invernali con Arenzano che ha celebrato l’8 dicembre con un tuffo in mare fuori stagione alle 11. Hanno partecipato in 150 in una giornata più primaverile che invernale con la temperatura esterna di 19° e quella del mare a 18° . La nuotatrice più giovane aveva 6 anni mentre quella più anziana era classe 1926

VIDEO & FOTO – Arenzano, i coraggiosi del cimento invernale premiati dalle temperature quasi primaverili

Si sono ritrovati in quasi 150 al 22° Cimento invernale di Arenzano, il tradizionale appuntamento del giorno dell’Immacolata.

Una giornata molto mite, 13,9° la temperatura dell’aria e 17,3° quella dell’acqua, i temerari del bagno fuori stagione si sono buttati in acqua alle 11 del mattino davanti alla Scurpina, storica sede dei pescatori dilettanti di Arenzano.

Nuotatori di tutte le età ma quest’anno il record è interamente femminile con la nuotatrice più giovane classe 2012 e quella meno giovane classe 1926.

E alla fine della nuotata una bella cioccolata calda con focaccia e la musica della Banda Musicale di Arenzano.

Fotogallery – Vietata la riproduzione – Tutti i diritti riservati

[See image gallery at www.cronacheponentine.com]

 

Foto inviate da Adriano Grassi

[See image gallery at www.cronacheponentine.com]

 

 

L'articolo VIDEO & FOTO – Arenzano, i coraggiosi del cimento invernale premiati dalle temperature quasi primaverili proviene da Cronache Ponentine.

Recco, successo per il settimo cimento invernale

Recco. Sono stati 95 i partecipanti al settimo cimento invernale “Città di Recco” Al quale hanno preso parte anche l’assessore alla Cultura Caterina Peragallo per il comune e il consigliere della Città Metropolitana di Genova Franco Senarega.  Corsa dalla spiaggia, bagno davanti al belvedere Luigi Tenco e poi tutti fuori ad asciugarsi, considerati anche i 16,7 gradi di temperatura dell’acqua contro i 9 gradi di quella dell’aria.

Il cimentista più giovane è stato Riccardo Scembri nato il 23 settembre del 2013 mentre la coccarda di veterana del gruppo ha avuto l’onore di fissarla all’accappatoio Elena Gerhardt: classe 1928. 

Il nuotatore arrivato da più lontano – proprio per partecipare al cimento – è stato Antonio Camaggi da Novara mentre il gruppo più numeroso, ancora una volta è stato quello de “I Nuotatori del Tempo Avverso”.

The post Recco, successo per il settimo cimento invernale appeared first on Genova24.it.

Anticipo di cimento al lago di Osiglia con i “Nuotatori del Tempo Avverso”

Osiglia. In attesa dei cimenti al mare, proseguono i bagni nelle acque interne.

Ieri, domenica 21 ottobre, alcuni “Nuotatori del Tempo Avverso” si sono ritrovati a Osiglia per un “bagno ristoratore” nelle acque del lago, che avevano una temperature di 16 gradi.

La giornata è proseguita con l’ottima polenta ai funghi e al sugo di cinghiale, ravioli e fazzini con porri, aglio, gorgonzola e perfino nutella preparati dalla Pro Loco di Osiglia e si è conclusa con la tradizionale castagnata.

Un tuffo sotto le stelle per la notte di San Lorenzo

Torna, per la notte di San Lorenzo, il tradizionale appuntamento con il "Tuffo sotto le stelle", cimento notturno in programma venerdì 10 agosto, alle 23, nello specchio acqueo antistante lo scoglio della Pietra, a cura del Comune di Levanto, dell'Avis e del consorzio "Occhio blu". Iscrizioni dalle ore 19 direttamente sulla spiaggia libera, con consegna di gadget fluorescenti…

A Palazzo Pietracaprina la mostra fotografica “Borghetto sott’acqua”

Borghetto Santo Spirito. Sarà inaugurata domenica 29 luglio alle 17 a Palazzo Pietracaprina a Borghetto Santo Spirito la mostra fotografica “Borghetto Sott’acqua“, dedicata alla scoperta delle meraviglie dei fondali marini della cittadina rivierasca.

L’esposizione, allestita dal Forum Culturale di Borghetto Santo Spirito, Asd Circolo Nautico 3 Miglia e Lega Navale Italiana di Borghetto, sarà visitabile tutti i giorni dalle 17.30 alle 23 fino all’11 agosto con ingresso libero.

Con le sue foto Antonio Billeci descrive a turisti e residenti “una bellezza che è a portata di tutti e che è semplicemente nascosta in pochissimi metri d’acqua, in prossimità della riva del mare. Tutte le fotografie sono infatti state scattate a Borghetto, nella fascia dei 200 metri dalla costa e ad una profondità massima di 4 metri”.

Mostra Borghetto Sotto Acqua

Alla cerimonia di inaugurazione seguiranno i laboratori per ragazzi di tutte le età “Impariamo i nodi marinari” a cura di Elena Gandolfo, e “Riciclo creativo” a cura della sezione di Borghetto della Lega Navale.

Mostra Borghetto Sotto Acqua

La serata di domenica 4 agosto sarà invece dedicata al relitto della nave “Città di Sassari”, affondata in prossimità delle coste di Borghetto nel 1917. Il “Città di Sassari” era un piroscafo postale riconvertivo in incrociatore ausiliario durante la prima guerra mondiale. Venne silurato il 1 dicembre 1917 dall’U65, un sottomarino che aveva la sinistra fama di essere infestato dai fantasmi. Dal 19 agosto 2000 sui resti del piroscafo, a meno 27 metri di profondità, è presente la statua della Madonnina degli Abissi.

Il Forum Culturale ha raccolto in un libretto informazioni, documenti e testimonianze che verranno esposte da Elisa Patetta, Elena Gandolfo ed Antonio Billeci durante la conferenza che si terrà domenica 4 agosto a partire dalle 21 a Palazzo Pietracaprina. Seguirà la presentazione del libro “Gli ultimi corsari”, affondamenti di piroscafi e velieri nel mar Ligure durante la prima guerra mondiale, a cura dell’autore Giorgio Casanova.

Mostra Borghetto Sotto Acqua

Gli eventi, patrocinati dal Comune di Borghetto S.Spirito, sono organizzati da: Forum Culturale di Borghetto Santo Spirito, Asd Circolo Nautico 3 Miglia e Lega Navale Italiana di Borghetto.

OceanMan Lago d’Orta 2018

Di solito rifuggo gli autocompiacimenti, ma stavolta faccio eccezione. Mi sono iscritto all’Oceanman mesi fa pensando di potermi allenare a dovere, poi un cambio di mansione lavorativa ha sballato i miei piani. Allenamento zero… Praticamente da metà aprile, ovvero da quando avrei dovuto perfezionare la preparazione, di fatto non ho più toccato acqua. Ho pensato anche di rinunciare… Poi mi sono detto “vabbè la faccio, quel che sarà sarà”.
Partito con calma, senza ansia, controllando il Garmin ogni km fino alla 1^ tappa di Crabbia. La seconda frazione mi ha messo un po’ di ansia… La spalla sinistra inizia a darmi fastidio, la corrente contraria si fa sentire e penso “ahia, siamo manco a metà ed iniziano i guai, mi sa che ho fatto la belinata dell’anno”.
In ogni caso arrivo ad Orta al 2° ristoro. Adesso iniziano i guai: nel 2016 all’altezza di Imolo mi si spense la luce, ed ero allenato, adesso come me la cavo?
Riprendo, la spalla non nuoce più, Pacio in canoa è una presenza rassicurante, sto bene… Aumento l’andatura… Imolo passa senza problemi… Le braccia non mollano… Mi scorre il Miami Beach… Passo sotto Buccione… A sto punto non cedo più, anzi, vado in progressione… Dopo 13 km… supero pure non pochi nuotatori della 4,5 km, ho l’uropigio a mille… ed arrivo… col sorriso… Il crono non è granché, ma ho pagato le pause troppo lunghe ai ristori (4h 55′ tempo ufficiale, ma 4h 32′ al netto delle pause).
A ‘sto giro, nel mio piccolo, sono stato un grande… Me lo dico da solo.
Giorgione

Oceanman Lago d’Orta, l’arrivo al Lido di Gozzano! Ero cosciente che sarebbe stata faticosa, da Omegna, bracciata dopo bracciata, per quei lunghissimi 14 km nonostante la fatica che dal 12° km ormai si faceva sentire pesantemente; ma non mi è mai passato per la testa, neanche per un momento, il pensiero di non riuscire a portala a termine. Conclusa inoltre ben entro il tempo massimo di 6 ore.
Mabel

Anatre Selvagge alla 14km della Oceanman!!!!! Spettacolo.
Igor

È stata una giornata di sport fantastica quella di ieri. Sotto un sole splendente è andata in scena la quarta edizione di Oceanman Lago d’Orta e sono veramente felice di come sia andata, di aver salutato nuotatori ormai quasi amici e nuovi atleti provenienti da 38 Nazioni. Un’emozione unica che sono felice di aver condiviso con tutti voi insieme ai tanti amici che con passione e spirito collaborativo hanno reso possibile questo evento.
A loro ed a tutti gli atleti una sola parola: Grazie!
Stefano Falciola (organizzatore Oceanman Lago d’Orta)

Anatre attorno all’ammiraglia presidenziale alla partenza della 14 km sul Lago d’Orta

Bravi, bravi tutti! Viva i ducksfinishers, che hanno portato a termine questa grandiosa sfida di nuoto, e viva l’Anatra Luca, che ha sportivamente accettato la decisione della direzione di gara, ma ha voluto esserci, partire e provarci, nonostante tutto!
Pacio

Io c’ho provato sul serio, pur sapendo che causa lavoro ho saltato l’ultima e più importante fase della preparazione. Pazienza, ci riproverò. Quando mi hanno detto stop (vedi nota) ci sono rimasto MOLTO male, ma sapendo cosa vuol dire avere certe responsabilità, ho preferito accettare. Certo che poi a leggere i tempi degli ultimi arrivati…. dico che ce l’avrei fatta pure io, però quando ci si iscrive si accetta, nel bene e nel male, il regolamento, per cui giusto così.

nota: al primo ristoro mi hanno comunicato che la direzione gara chiedeva di fermaci. Erano passate 2h 10′ circa e avevano calcolato che non saremmo arrivati in tempo. Io ho ubbidito, qualcuno se ne è fregato e ha proseguito.
Io sapevo che sarei potuto arrivare al 2° ristoro e poi a quel punto magari anche alla fine. Il punto è che non mi hanno chiesto se me la sentivo (avrei fatto almeno un tentativo) mi è stato imposto praticamente. Mi sono confrontato anche con Pacio, avevo anche già fatto 1000 metri in più per zig zag, e poi soprattutto spesso mi è capitato di stare anche dall’altra parte in situazioni analoghe. Non posso chiedere senza dare, se chiedo di accettare le regole, poi non posso io battere i piedi e ribellarmi. Sul momento mi è sembrata la scelta più opportuna.
Luke

Obiettivo di fare un tempo migliore dello scorso anno: raggiunto, nonostante un crampo che mi ha bloccato per due km. Ho perso una ventina di minuti!
Grandi progetti per il futuro…
Denis

– – – – – – –
Controlla quando sono le prossime traversate!
– – – – – – –