Cimento Finale, in acqua anche cow boy e giocatori di basket

Finale L. Baciate dal sole le 149 persone che si sono tuffate in mare a Finale Ligure per il tradizionale “Cimento della Befana” organizzato dalla Compagnia di san Pietro con il patrocinio del Comune.

La palma di cimentisti più giovani è andata a Lorenzo Oddone, 7 anni, e Beatrice Badino, 4 anni. I cimentisti meno giovani che hanno partecipato alla prima nuotata del 2014 sono Benito Salvati, classe 1928, ed Elisabetta Costantini, classe 1936. I partecipanti provenienti da più lontano sono Sofia Gagliardi di Cremona e Gianni De Giobbi di Sondrio.

Due i gruppi che si sono fatti notare per i costumi più originali: una squadra di basket, che si è tuffata in divisa da gioco, e un gruppo di cow boy. Dopo la nuotata i cimentisti hanno trovato ad attenderli sulla spiaggia un grande falò e un rinfresco con panizza fritta, vin brulé e cioccolata calda. L’intrattenimento musicale è stato curato da Aldo Ricci, che ha proposto un repertorio di canzoni tradizionali liguri. La Croce Bianca di Finale e il dottore Livio Operto hanno garantito l’assistenza.

Cimento Ceriale, il cielo grigio non scoraggia 111 temerari

Ceriale. Ottava edizione per il cimento invernale di Ceriale, che si è svolto stamane presso lo stabilimento balneare “Bagni Ceriale”. Centoundici temerari si sono tuffati nelle fredde acque invernali in una giornata caratterizzata dal cielo nuvoloso, che però non ha fermato i coraggiosi cimentisti.

Al termine della ciumba di benvenuto al 2014 sono stati premiati la cimentista più anziana del gruppo, Carli Carla (classe 1934), il più anziano Salvati Benito (classe 1928) e il più giovane, Gianelli Pietro di un anno. Tutti i partecipanti hanno ricevuto un ricordo della giornata consistente di una pianta aromatica e un sacchetto di dolci liguri.

Soddisfatto per la buona riuscita della manifestazione l’assessore al Turismo di Ceriale, Marinella Fasano: “Il clima (14 gradi la temperatura esterna, 14 gradi quella dell’acqua) e la mancanza di sole forse oggi non ha favorito questa iniziativa anche se abbiamo registrato una buona adesione di partecipanti. La manifestazione è cresciuta notevolmente negli anni, ringrazio Ninni Billeci che ha organizzato questo cimento insieme al Comune, gli sponsor e tutte le persone che oggi hanno partecipato a questa iniziativa”.

Il cimento invernale, presentato da Rosy Porpora, è stato organizzato dal Comune in collaborazione con la Protezione Civile, Civ, Pro Loco, Croce Rossa Italiana sezione di Ceriale, Polizia Municipale e numerosi sponsor cerialesi, che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento.

Le manifestazioni delle festività natalizie del Comune di Ceriale non finiscono qui: in programma sabato 4 gennaio lo spettacolo teatrale “Circostanza” di Elio Berti con Luisa Vassallo presso la tensostruttura comunale in Via Tagliasacchi alle 21 e dalla 10 la castagnata organizzata dalla Confraternita Santa Caterina e Parrocchia San Giovanni Battista ed Eugenio in Piazza della Chiesa.

Domenica 5 gennaio, dalle ore 15, sarà la volta della Strabefana – Laboratorio itinerante per Bambini –, in piazza della Vittoria e vie adiacenti, a cura dell’associazione “Sciuscia e Colla” e dalle 10,30 alle 17 il mercatino dei bambini a cura della Pro Loco con la collaborazione di El Barrio Latino per le vie del centro storico.

Cimento invernale a Noli, annullata per meteo avverso la ciumba a Borgio Verezzi

Proseguono gli appuntamenti dedicati ai cimentisti per la tradizionale ciumba di fine anno, meteo permettendo. Domenica 19 gennaio, dalle ore 11.00 nella baia di Noli, V Edizione del Cimento Invernale Nolese: iscrizioni partecipanti a partire dalle ore 9:30 presso lo Stabilimento Balneare “Vittoria”. Al termine del cimento, premiazione con omaggi e diploma a tutti i partecipanti.

L’Associazione Bagni di Borgio Verezzi ha invece annullato la manifestazione prevista per sabato 4 gennaio a causa delle previsioni meteo avverse che hanno sconsigliato, quindi, lo svolgersi della tuffo in mare.

Dopo la notte di San Silvestro cosa fare il 1 gennaio: ecco gli appuntamenti nel savonese

Savona. Dopo la Notte di San Silvestro con numerosi appuntamenti nelle piazze savonesi anche il primo giorno del 2014 sarà all’insegna di manifestazioni ed eventi nelle località della Provincia.

Ad Alassio, mercoledì 1 gennaio, il Complesso Bandistico Città di Alassio intratterrà turisti e residenti con il tradizionale concerto itinerante degli auguri per le vie cittadine che partirà da piazza San Francesco alle 15:30.

A Laigueglia fuochi d’artificio per salutare il 2014 alle ore 18:00.

Mercoledì 1 gennaio Loano festeggia il primo giorno del nuovo anno con musica e fuochi d’artificio. Dalle ore 16.30, sul Molo Francheville, si svolgerà il concerto “Aspettando i fuochi” della Marcello Chiaraluce. Alle 18:30, andranno in scena gli spettacolari fuochi d’artificio. Sul Molo Kursaal, creazioni originali con forme a fontana, a sfera e a effetto pioggia si incroceranno nel cielo formando un magico gioco di luci colorate, una scoppiettante scenografia che creerà un’atmosfera avvolgente.

Sempre a Loano prosegue fino all’Epifania nei Giardini San Josemaria Escrivà, il mercatino “Magie di Natale”, organizzato dall’Associazione Centro Culturale Polivalente di Loano. Dalle ore 15:30, nei tanti piccoli chalet allestiti nel cuore della città saranno esposti e venduti oggetti da regalo. Inoltre, immersi in una straordinaria scenografia da favola si potranno gustare frittelle, mele glassate e vin brulé. Infine, i bambini potranno visitare la casetta di Babbo Natale e giocare con il trucca-bimbi.

Appuntamento con la musica per festeggiare il nuovo anno mercoledì 1° gennaio 2014, alle ore 11, presso l’Auditorium di Santa Caterina a Finale Ligure Borgo. Per la settima volta “Viva Strauss” è il titolo del concerto organizzato dalla Città di Finale Ligure per inaugurare l’anno che arriva con brani famosi di Johann Strauss padre e figlio e Franz Lehar. L’ingresso è libero.

A Borgio Verezzi, giovedì 2 gennaio, alle ore 16 verrà replicata al Gassman di Borgio Verezzi, una versione di Pinocchio che media la lezione del Collodi con quella di Gianni Rodari. Una rappresentazione interessante quindi sotto il profilo degli aspetti cari alla Fondazione Nazionale Carlo Collodi, in quanto l’impianto pedagogico ne esce ancor più rafforzato nella descrizione del faticoso percorso di crescita del burattino che lo porterà a diventare un bambino vero.

Infine, segnaliamo un altro appuntamento con i cimenti invernali, con la ciumba di inizio anno in programma ai Bagni Kursaal di Varazze.

Cimento da record a Pietra Ligure: più di duecento partecipanti baciati dal sole

Pietra L. Il cimento fa bene alla salute. Parola di una “temeraria” originaria di Praga che, questa matttina, era insieme agli altri 216 partecipanti alla fredda “ciumba” di Pietra Ligure. “Da quando partecipo al cimento non ho nemmeno più un raffreddore” dice mentre esce dall’acqua in una giornata baciata da un sole primaverile.

Sedici gradi esterni e 14 quelli dell’acqua: una temperatura tutto sommato “gradevole” ma certamente non per tutti. “Siamo tonici e carichi” dicono alcuni coraggiosi, in un’annata da record visto il numero di coloro che si sono tuffati. Tra questi la palma del più giovane va a un bimbo di 4 anni, mentre il più anziano è una 87enne.

Tra questi c’è anche Luca Cava, ex giocatore e ora dirigente della Rari Nantes Savona, al suo debutto nell’acqua di mare: “L’acqua della piscina è nettamente più calda – scherza – La sensazione è stranissima, perché subito è freddissima ma dopo pochi secondi ci si anestetizza: una sensazione piacevole. E’ la prima volta per me e sono un po’ di anni che avevo promesso di partecipare: vedendo il sole mi sono convinto”.

Entusiasti tutti gli altri: “Una ciumba bellissima, con un tempo splendido! Complimenti a Pietra per come ha saputo sviluppare il cimento. E grazie anche al trainer che ci ha scaldato prima della ciumba!”.

“Si sta proprio bene – è il coro di commenti – Di solito ho partecipato a cimenti con tempo nuvolo: oggi mi è andata bene”. “E’ il terzo anno che mi tuffo e sono 30 anni che vengo a Puietra. La cornice è stupenda”.

Mareggiata a Celle Ligure, la conta dei danni. Il sindaco Zunino: “Interventi per spiagge e fognatura”

Il Comune di Celle Ligure ed il sindaco Renato Zunino hanno inviato alla Regione Liguria l’elenco dei danni subiti a seguito dell’ondata di maltempo che ha colpito la località del levante savonese.

La fognatura, che proviene dalla località Pecorile, nel tratto di Cala Cravieu già soggetta ad un intervento e che nei prossimi giorni vedrà la sostituzione della condotta. Danni anche alla spiaggia a ponente nel centro storico cellese, dove sarà necessaria un’opera di un ripascimento delle spiagge considerata la grande quantità di sabbia asportata dalla violenta mareggiata, che ha ridotto sensibilmente i tratti di arenile.

“La speranza è che da parte del Governo venga concesso lo stato di calamità naturale o che comunque vi sia un intervento diretto della Regione Liguria per i danni provocati dal maltempo. Debbo ringraziare i tecnici dell’Ufficio Lavori Pubblici per il prezioso lavoro svolto in questi giorni” afferma il primo cittadino cellese.