Alassio – Cimento invernale “morbido” per i 210 partecipanti

Alassio – Si sono presentanti in 210 all’edizione numero 56 del tradizionale cimento invernale di Alassio e tutti, grandi e piccini, si sono gettati in mare senza particolare difficoltà anche in ragione della giornata decisamente poco invernale. Ben 16 i gradi registrati nell’acqua e un grado in meno (15° C) quello fuori dall’acqua. Ben più […]

L'articolo Alassio – Cimento invernale “morbido” per i 210 partecipanti proviene da Liguria Oggi.

Anche il sindaco Melgrati partecipa al cimento alassino

Cimento Alassio 2018

Alassio. Sedici gradi la temperatura dell’acqua, un grado più bassa quella atmosferica, in una giornata parzialmente coperta in cui il sole pare volere squarciare le nubi da un momento all’altro. Alassio saluta così il suo Santo Stefano, giornata da 56 anni designata al più longevo dei Cimenti Invernali liguri. Organizzato dalla Società Nazionale di Salvamento con il Patrocinio del Comune di Alassio e la collaborazione della Marina di Alassio, del Cnam, della Protezione Civile, della Gesco e dell’Associazione Bagni Marini, l’appuntamento si è svolto in Passeggiata Cadorna, proprio di fronte al Diana Grand Hotel che quest’anno ha messo a disposizione docce e spogliatoi e la splendida terrazza che si affaccia sulla Baia di Alassio.

Mare calmo – una tavola direbbero i marinai – e tanto entusiasmo: la Banda Città di Alassio, per l’occasione vestita con i costumi di Babbo Natale, ma anche tutta l’animazione di Alassio Christmas Town con Babbo Natale, Elfi, le renne e i personaggi dei musical che animano la tensostruttura accanto al Comune… tanti partecipanti – 210 appunto – e tanti curiosi assiepati sulla spiaggia ad assistere all’evento.

Il clima è proprio quello giusto, delle feste e del desiderio di divertirsi nella cornice della spiaggia alassina.

Tra i cimentisti anche il Sindaco di Alassio, Marco Melgrati: “Faccio spesso il bagno in questa stagione – confessa – le temperature sono ancora miti e lo permettono. Del resto il Cimento ad Alassio è nato proprio con lo spirito di mostrare quanto siano gradevoli le acque del nostro mare in questa stagione. Sono felice che ci sia sempre tanta gente da ogni dove”

“Oggi però è doveroso ricordare due persone che del cimento erano l’anima e che non sono più tra noi – aggiunge Melgrati – parlo di Aldo Giardini, appassionato del cimento e sempre presente tra gli arditi nuotatori e parlo naturalmente di Vittorio Dani, vero cuore pulsante di questo evento e della Società Nazionale di Salvamento. Mancano, ma sono certo che ci stanno seguendo e che stanno facendo il tifo per tutti noi”.
Al suo Presidente, recentemente scomparso, la Salvamento ha infatti dedicato il 1° Memorial “Vittorio Dani”. Se lo è aggiudicato Luciano Marassi, il cimentista alassino più anziano.

Ecco gli altri riconoscimenti: le più giovani sono due gemmelline, Giada e Viola Belloni di Cologno al Serio di 7 anni, la più anziana è Carla Carli, genovese del 1932, il più giovane è Riccardo Mammole di 5 anni da Pietra, il più anziano è Salvatore Lombardo del 1932, il gruppo più numeroso è quello dei Nuotatori del Tempo Avverso che con 21 partecipanti hanno conquistato il trofeo Pino Cosso.

Rimandato il VII Cimento invernale della Locride… al primo giorno dell’anno

Cimento_invernale_26_12_2018_1.meditazioneL’associazione Zephyria, la realtà associativa Salvamento Locride Mare e l’ACSD ArtInMovimento, alla luce della situazione delle acque di stamane, hanno deciso di rimandare la settima edizione del Cimento Invernale della Locride, fissata per oggi, al primo gennaio p.v. sempre a Locri, Lungomare Lato Sud, presso l’area Parco Giochi, con ritrovo alle 11.40.
In un’ottica di resilienza il mancato bagno è stato convertito in un momento collettivo di meditazione per la LCimento_invernale_26_12_2018_2.meditazioneocride, per le sue bellezze e per la sua gente. Come si può trasformare un evento non soddisfacente in un’occasione di bellezza comunitaria… com’è possibile offrire nuove prospettive…
Abbiamo deciso di rimandare il tradizionale cimento invernale, il nostro tuffo in mare d’inverno, accorgendoci che, da ieri, gli impluvi che attraversano la spiaggia per arrivare al mare, trascinavano acqua non idonea, a nostro avviso, alla balnCimento_invernale_26_12_2018_3eazione, causati probabilmente dalle intense precipitazioni dei giorni scorsi. Forse il moto ondoso e le correnti enfatizzavano la situazione, ma noi abbiamo preferito tutelare i partecipanti rimandando al primo giorno del 2019 il nostro bagno. Ieri, 25 dicembre, abbiamo segnalato il tutto al Sindaco e all’Amministrazione che prontamente sono intervenuti, afferma Annunziato Gentiluomo, nostro direttore responsabile.
Alla fine abbiamo trasformato un momento di mancata realizzazione di un’iniziativa in Cimento_invernale_26_12_2018_3b.meditazionequalcosa di bello. Tre minuti di meditazione per la nostra terra, per le sue bellezze e per la sua gente, guidati dal nostro Annunziato. Questo significa resilienza, questo significa nutrire il nostro territorio, questo significa proporre nuove modalità di stare insieme e di operare per il benessere collettivo, prosegue Giuseppe Pelle.
Come referente di ArtInMovimento, sono pCimento_invernale_26_12_2018_5artita da Torino per partecipare a questa magica iniziativa, che unisce coraggio, ritualità e natura. Per me, per Fabio di Reggio Calabria e per Agostino di Montalto Uffugo, in particolare, Annunziato ha proposto di fare un tuffo collettivo a Marina di Gioiosa Ionica. In undici abbiamo così sfidato le acque gelide, fissando il nuovo record di stanziamento: ben 27 minuti in acqua, conclude Odette Alloati.
E noi continuiamo a sostenere e a seguire una bellissima iniziativa che rilancia un territorio a molti conosciuto non per la sua ricchezza…
Chiara Trompetto

Riva Trigoso: in 216 per il cimento di Santo Stefano

Riva Trigoso: in 216 per il cimento di Santo Stefano

Una bella mattinata di sole ha fatto da cornire al cimento invernale di Riva Trigoso, in programma alle 10.30 di mercoledì 26 dicembre 2018, giorno di Santo Stefano. I partecipanti sono stati ben 216 con temperatura dell'acqua a 17 gradi...

Alassio, celebrato il Cimento natalizio

cimento-2

Alassio. Erano 206 i partecipanti al Cimento invernale che si è svolto questa mattina nella città del Muretto. Alla  storica manifestazione hanno partecipato anche il Sndaco Melgrati, alcuni Carabinieri e il Comandante della Municipale, Parrella. Più che un cimento invernale è stato quasi un tuffo primaverile vista la temperatura esterno vicina ai 20°, quella del mare invece segnava 16°

A 90 anni il tuffo in mare il 26 dicembre, Elena è la record-girl del cimento invernale di Riva Trigoso

Genova. Dicono che faccia bene alla circolazione ma per tuffarsi in acqua d’inverno, soprattutto dopo le mangiate luculliane delle feste, bisogna avere davvero molta forza d’animo.

Animo che non è mancato a Elena Gherard, 90 anni, e ad altri 215 temerari che hanno partecipato al tradizionale cimento di Santo Stefano a Riva Trigoso (Sestri Levante)

L’evento era organizzato dall’associazione del Bagnun e dal comune di Sestri Levante. I 216 si sono tuffati in mare con temperatura dell’acqua a 17 gradi e esterna di 15 gradi. Premi per Elena Gherard, la decana dell’edizione, e per i più giovani partecipanti: Rebecca Ventura di 7 anni e Gabriele Russo di 8 anni. Premiato anche il gruppo più numeroso, i “Tempo avverso” da Genova.

The post A 90 anni il tuffo in mare il 26 dicembre, Elena è la record-girl del cimento invernale di Riva Trigoso appeared first on Genova24.it.

Alassio in festa per il tradizionale cimento di Santo Stefano  

Alassio. Come da tradizione, a Santo Stefano ad Alassio è andato in scena il Cimento Invernale arrivato all’edizione numero 56. Tra i 210 temerari che oggi si sono dati appuntamento nella Città del Muretto per tuffarsi nelle acque della Baia di Alassio c’era anche una delegazione di carabinieri della compagnia cittadina guidata dal maggiore Massimo Ferrari, oltre che il sindaco Marco Melgrati.

Sedici gradi la temperatura dell’acqua, un grado più bassa quella atmosferica, in una giornata parzialmente coperta in cui il sole pare volere squarciare le nubi da un momento all’altro.

Organizzato dalla Società Nazionale di Salvamento con il Patrocinio del Comune di Alassio e la collaborazione della Marina di Alassio, del Cnam, della Protezione Civile, della Gesco e dell’Associazione Bagni Marini, l’appuntamento si è svolto in Passeggiata Cadorna, proprio di fronte al Diana Grand Hotel che quest’anno ha messo a disposizione docce e spogliatoi e la splendida terrazza che si affaccia sulla Baia di Alassio.

Mare calmo – una tavola direbbero i marinai – e tanto entusiasmo: la Banda Città di Alassio, per l’occasione vestita con i costumi di Babbo Natale, ma anche tutta l’animazione di Alassio Christmas Town con Babbo Natale, Elfi, le renne e i personaggi dei musical che animano la tensostruttura accanto al Comune… tanti partecipanti – 210 appunto – e tanti curiosi assiepati sulla spiaggia ad assistere all’evento.

Il clima è proprio quello giusto, delle feste e del desiderio di divertirsi nella cornice della spiaggia alassina. Tra i cimentisti c’era appunto anche il sindaco di Alassio, Marco Melgrati: “Faccio spesso il bagno in questa stagione – confessa – le temperature sono ancora miti e lo permettono. Del resto il Cimento ad Alassio è nato proprio con lo spirito di mostrare quanto siano gradevoli le acque del nostro mare in questa stagione. Sono felice che ci sia sempre tanta gente da ogni dove”.

“Oggi però è doveroso ricordare due persone che del cimento erano l’anima e che non sono più tra noi – aggiunge Melgrati – parlo di Aldo Giardini, appassionato del cimento e sempre presente tra gli arditi nuotatori e parlo naturalmente di Vittorio Dani, vero cuore pulsante di questo evento e della Società Nazionale di Salvamento. Mancano, ma sono certo che ci stanno seguendo e che stanno facendo il tifo per tutti noi”.

Al suo Presidente, recentemente scomparso, la Salvamento ha infatti dedicato il 1° Memorial “Vittorio Dani”. Se lo è aggiudicato Luciano Marassi, il cimentista alassino più anziano.

Ecco gli altri riconoscimenti: le più giovani sono due gemmelline, Giada e Viola Belloni di Cologno al Serio di 7 anni; la più anziana è Carla Carli, genovese del 1932; il più giovane è Riccardo Mammole di 5 anni da Pietra; il più anziano è Salvatore Lombardo del 1932; il gruppo più numeroso è quello dei Nuotatori del Tempo Avverso che con 21 partecipanti hanno conquistato il trofeo Pino Cosso.

Foto tratte anche dalla pagina Facebool della Protezione Civile di Alassio