Anche il sindaco Melgrati partecipa al cimento alassino

Cimento Alassio 2018

Alassio. Sedici gradi la temperatura dell’acqua, un grado più bassa quella atmosferica, in una giornata parzialmente coperta in cui il sole pare volere squarciare le nubi da un momento all’altro. Alassio saluta così il suo Santo Stefano, giornata da 56 anni designata al più longevo dei Cimenti Invernali liguri. Organizzato dalla Società Nazionale di Salvamento con il Patrocinio del Comune di Alassio e la collaborazione della Marina di Alassio, del Cnam, della Protezione Civile, della Gesco e dell’Associazione Bagni Marini, l’appuntamento si è svolto in Passeggiata Cadorna, proprio di fronte al Diana Grand Hotel che quest’anno ha messo a disposizione docce e spogliatoi e la splendida terrazza che si affaccia sulla Baia di Alassio.

Mare calmo – una tavola direbbero i marinai – e tanto entusiasmo: la Banda Città di Alassio, per l’occasione vestita con i costumi di Babbo Natale, ma anche tutta l’animazione di Alassio Christmas Town con Babbo Natale, Elfi, le renne e i personaggi dei musical che animano la tensostruttura accanto al Comune… tanti partecipanti – 210 appunto – e tanti curiosi assiepati sulla spiaggia ad assistere all’evento.

Il clima è proprio quello giusto, delle feste e del desiderio di divertirsi nella cornice della spiaggia alassina.

Tra i cimentisti anche il Sindaco di Alassio, Marco Melgrati: “Faccio spesso il bagno in questa stagione – confessa – le temperature sono ancora miti e lo permettono. Del resto il Cimento ad Alassio è nato proprio con lo spirito di mostrare quanto siano gradevoli le acque del nostro mare in questa stagione. Sono felice che ci sia sempre tanta gente da ogni dove”

“Oggi però è doveroso ricordare due persone che del cimento erano l’anima e che non sono più tra noi – aggiunge Melgrati – parlo di Aldo Giardini, appassionato del cimento e sempre presente tra gli arditi nuotatori e parlo naturalmente di Vittorio Dani, vero cuore pulsante di questo evento e della Società Nazionale di Salvamento. Mancano, ma sono certo che ci stanno seguendo e che stanno facendo il tifo per tutti noi”.
Al suo Presidente, recentemente scomparso, la Salvamento ha infatti dedicato il 1° Memorial “Vittorio Dani”. Se lo è aggiudicato Luciano Marassi, il cimentista alassino più anziano.

Ecco gli altri riconoscimenti: le più giovani sono due gemmelline, Giada e Viola Belloni di Cologno al Serio di 7 anni, la più anziana è Carla Carli, genovese del 1932, il più giovane è Riccardo Mammole di 5 anni da Pietra, il più anziano è Salvatore Lombardo del 1932, il gruppo più numeroso è quello dei Nuotatori del Tempo Avverso che con 21 partecipanti hanno conquistato il trofeo Pino Cosso.

Alassio, celebrato il Cimento natalizio

cimento-2

Alassio. Erano 206 i partecipanti al Cimento invernale che si è svolto questa mattina nella città del Muretto. Alla  storica manifestazione hanno partecipato anche il Sndaco Melgrati, alcuni Carabinieri e il Comandante della Municipale, Parrella. Più che un cimento invernale è stato quasi un tuffo primaverile vista la temperatura esterno vicina ai 20°, quella del mare invece segnava 16°

Alassio, tutto pronto per il Cimento di Santo Stefano

Loano Cimento Invernale di Nuoto 2017

Alassio. Santo Stefano ad Alassio è da sempre Cimento Invernale e quest’anno non sarà da meno anche perchè con i suoi 56 anni quello alassino si segnala tra i più antichi cimenti invernali del Paese e sicuramente tra i più partecipati.

Sono centinaia i temerari che ogni anno raggiungono al Città del Muretto da ogni dove per tuffarsi nelle acque della Baia di Alassio. In questa edizione verrà assegnato il 1° Memorial Vittorio Dani. L’appuntamento sarà mercoledì 26 dicembre alle 10,30 sul tratto di spiaggia antistante il Grand Hotel che quest’anno ha messo a disposizione docce e spogliatoi.

 

 

Alassio si prepara al Cimento di Santo Stefano

FB_IMG_1514093959570

Alassio. Lo scorso anno i partecipanti furono 225. L’auspicio è quello che alla 55esima edizione del Cimento invernale di Alassio, in programma a Santo Stefano, si possa superare il record. Quella del tuffo natalizio è una tradizione nella Baia del Sole.

Il Cimento è tra i più vecchi d’Italia. Dall’anno scorso poi la “location” si è trasferita dalla spiaggia dell’Hotel Mediterranée, sulla passeggiata Angelo Ciccione, a quella della passeggiata Grollero, all’ombra del pontile Mario Bestoso. E proprio dal molo anche quest’anno saranno centinaia le persone che assisteranno al classico tuffo invernale. Per tutti un’occasione per vivere il Natale in modo diverso soprattutto per i tanti temerari che decidono di tuffarsi e nuotare sotto gli occhi incuriositi dei turisti.

Cimento invernale di Alassio, oltre 300 alla ciumba in un coima estivo

Alassio. Caldo quasi come essere a Ferragosto eppure é il giorno di Santo Stefano. Anche quest’anno sono stati oltre 300 i temerari del tuffo invernale di Alassio. E tra questi anche il comandante dei vigili urbani Francesco Parrella.

Temperature dell’aria sedici gradi, tredici dell’acqua. Sulla spiaggia di fronte all’Hotel Mediterranée si è svolto il tradizionale cimento invernale. Ad assistere alla ciumba anche il sindaco Enzo Canepa insieme a migliaia di persone. L’edizione numero 53 è stata organizzata dalla Società Nazionale di Salvamento, in collaborazione con il Comune, la Capitaneria di Porto, la Croce Croce Rossa, il Cnam, quindi i carabinieri, polizia e polizia municipale.

Al termine del bagno “fuori stagione”, tutti alla ricerca dell’asciugamano e del tradizionale vin brulè per scaldarsi. A seguire la premiazione per alcuni dei partecipanti, da quello arrivato da più lontano, al più giovane al più anziano.

Grande attenzione è stata ovviamente rivolta alla sicurezza dei cimentisti che ha visto impegnati bagnini di salvataggio, mezzi di soccorso in mare e un’autoambulanza.

Il cimento di Alassio è uno degli eventi più vecchi della Liguria e d’Italia. Lo scorso anno l’evento aveva visto impegnati ben 250 impavidi bagnanti. La temperatura del mare era di 13 gradi, quella esterna di 16,3. Il nuotatore più anziano era Attilio Chiodo, 91 anni, mentre la più anziana Raffaella Aironi, 90 anni. Tra i nuotatori anche un bimbo di 3 anni. Tra i partecipanti anche il comandante della polizia municipale di Alassio.

Prossimo appuntamento atteso nella Baia del Sole è la Befana del Subacqueo in programma il 6 gennaio 2016 davanti al molo Mario Bestoso.

Ad Alassio tutto pronto per l’edizione numero 53 del Cimento Invernale

Alassio. Da 53 anni, ininterrottamente, si svolge ad Alassio il Cimento Invernale. Il tuffo collettivo fuori stagione è una bella tradizione che si svolge il giorno di Santo Stefano davanti all’Hotel Mediterranee.

Quello di Alassio è uno dei più vecchi in assoluto della Liguria e d’Italia. Come sempre l’appuntamento è per le 9,30 nella spiaggia di ponente di Alassio, all’altezza di via Roma. La manifestazione, che sarà presentata dal dj ligure Franco Branco, ogni anno vede la partecipazione di grandi e piccini.

Gli organizzatori si attendono un grande partecipazione: il cimento invernale di Alssio infatti è uno dei più noti ed anche il più storico del calendario nazionale di queste manifestazioni. Sabato prossimo a dare il via alla ciumba saranno presenti anche gli amministratori comunali. Lo scorso anno i cimentisti furono 250 e si spera di battere il record per questa edizione che richiamerà turisti anche da fuori regione e dall’estero.

Tra l’altro, le temperature nella Baia del Sole, in quest’ultimo periodo del 2015, sfiorano da giorni i 16-17°C, consentendo a turisti e residenti di poter fare ancora il bagno nelle acque cristalline della località turistica del ponente.

Lo testimoniano le fotografie di tanti tuffi e i bagni in mare che sembrano essere scattate più in piena estate che a dicembre, mese notoriamente freddo, malinconico e umido. E invece su Facebook in tanti continuano a pubblicare scatti di una Alassio molto estiva suscitando anche invidia in coloro che non hanno la possibilità di poter fare altrettanto.

L’estate ad Alassio non finisce più, si fa il bagno anche a dicembre

Alassio. Le temperature nella Baia del Sole, in quest’ultimo periodo del 2015, sfiorano da giorni i 16-17°C, consentendo a turisti e residenti di poter fare ancora il bagno nelle acque cristalline della celeberrima località turistica Alassio.

Lo testimoniano  le fotografie di tanti tuffi e i bagni in mare che sembrano essere scattate più in piena estate che a dicembre, mese notoriamente freddo, malinoconico e umido. E invece su Facebook in tanti continuano a pubblicare scatti di un Alassio molto estiva suscitando anche invidia in color che non hanno la possibilità di poter fare altrettanto.

E ci sono personaggi noti che fanno il bagno in questo periodo dell’anno come Marco Ghini, medico e leader del gruppo musicale “Stavolta mia moglie mi manda a funk”, l’avvocato Giorgio Ceriale che ogni giorno, indossando una finissima muta, nuota dalla scogliera di passeggiata Giancardi fino a quasi il torrione o Luca Galtieri, inviato di “Striscia la notizia” che raduna un paio di amici ogni giorno per tuffarsi all’ombra del molo Bestoso.

“Immagini che fanno il giro del mondo grazie al popolare social network e che rappresentano certamente un buon veicolo promozionale per la nostra città – dice Angelo Galtieri, albergatore ed ex presidente dell’Unione provinciale albergatori di Savona – Speriamo che il clima possa mantenersi così fino alla fine dell’anno quando riapriranno molte strutture ricettive per il Natale e le feste di Capodanno. Sarebbe fantastico”.

Intanto la Società nazionale di salvamento si prepara al classico cimento invernale del 26 dicembre ed è lecito pensare che il numero dei partecipanti, con queste temperature, sarà più numeroso rispetto alle passate edizioni.