Alassio si prepara al Cimento di Santo Stefano

FB_IMG_1514093959570

Alassio. Lo scorso anno i partecipanti furono 225. L’auspicio è quello che alla 55esima edizione del Cimento invernale di Alassio, in programma a Santo Stefano, si possa superare il record. Quella del tuffo natalizio è una tradizione nella Baia del Sole.

Il Cimento è tra i più vecchi d’Italia. Dall’anno scorso poi la “location” si è trasferita dalla spiaggia dell’Hotel Mediterranée, sulla passeggiata Angelo Ciccione, a quella della passeggiata Grollero, all’ombra del pontile Mario Bestoso. E proprio dal molo anche quest’anno saranno centinaia le persone che assisteranno al classico tuffo invernale. Per tutti un’occasione per vivere il Natale in modo diverso soprattutto per i tanti temerari che decidono di tuffarsi e nuotare sotto gli occhi incuriositi dei turisti.

Cimento invernale di Alassio, oltre 300 alla ciumba in un coima estivo

Alassio. Caldo quasi come essere a Ferragosto eppure é il giorno di Santo Stefano. Anche quest’anno sono stati oltre 300 i temerari del tuffo invernale di Alassio. E tra questi anche il comandante dei vigili urbani Francesco Parrella.

Temperature dell’aria sedici gradi, tredici dell’acqua. Sulla spiaggia di fronte all’Hotel Mediterranée si è svolto il tradizionale cimento invernale. Ad assistere alla ciumba anche il sindaco Enzo Canepa insieme a migliaia di persone. L’edizione numero 53 è stata organizzata dalla Società Nazionale di Salvamento, in collaborazione con il Comune, la Capitaneria di Porto, la Croce Croce Rossa, il Cnam, quindi i carabinieri, polizia e polizia municipale.

Al termine del bagno “fuori stagione”, tutti alla ricerca dell’asciugamano e del tradizionale vin brulè per scaldarsi. A seguire la premiazione per alcuni dei partecipanti, da quello arrivato da più lontano, al più giovane al più anziano.

Grande attenzione è stata ovviamente rivolta alla sicurezza dei cimentisti che ha visto impegnati bagnini di salvataggio, mezzi di soccorso in mare e un’autoambulanza.

Il cimento di Alassio è uno degli eventi più vecchi della Liguria e d’Italia. Lo scorso anno l’evento aveva visto impegnati ben 250 impavidi bagnanti. La temperatura del mare era di 13 gradi, quella esterna di 16,3. Il nuotatore più anziano era Attilio Chiodo, 91 anni, mentre la più anziana Raffaella Aironi, 90 anni. Tra i nuotatori anche un bimbo di 3 anni. Tra i partecipanti anche il comandante della polizia municipale di Alassio.

Prossimo appuntamento atteso nella Baia del Sole è la Befana del Subacqueo in programma il 6 gennaio 2016 davanti al molo Mario Bestoso.

Ad Alassio tutto pronto per l’edizione numero 53 del Cimento Invernale

Alassio. Da 53 anni, ininterrottamente, si svolge ad Alassio il Cimento Invernale. Il tuffo collettivo fuori stagione è una bella tradizione che si svolge il giorno di Santo Stefano davanti all’Hotel Mediterranee.

Quello di Alassio è uno dei più vecchi in assoluto della Liguria e d’Italia. Come sempre l’appuntamento è per le 9,30 nella spiaggia di ponente di Alassio, all’altezza di via Roma. La manifestazione, che sarà presentata dal dj ligure Franco Branco, ogni anno vede la partecipazione di grandi e piccini.

Gli organizzatori si attendono un grande partecipazione: il cimento invernale di Alssio infatti è uno dei più noti ed anche il più storico del calendario nazionale di queste manifestazioni. Sabato prossimo a dare il via alla ciumba saranno presenti anche gli amministratori comunali. Lo scorso anno i cimentisti furono 250 e si spera di battere il record per questa edizione che richiamerà turisti anche da fuori regione e dall’estero.

Tra l’altro, le temperature nella Baia del Sole, in quest’ultimo periodo del 2015, sfiorano da giorni i 16-17°C, consentendo a turisti e residenti di poter fare ancora il bagno nelle acque cristalline della località turistica del ponente.

Lo testimoniano le fotografie di tanti tuffi e i bagni in mare che sembrano essere scattate più in piena estate che a dicembre, mese notoriamente freddo, malinconico e umido. E invece su Facebook in tanti continuano a pubblicare scatti di una Alassio molto estiva suscitando anche invidia in coloro che non hanno la possibilità di poter fare altrettanto.

L’estate ad Alassio non finisce più, si fa il bagno anche a dicembre

Alassio. Le temperature nella Baia del Sole, in quest’ultimo periodo del 2015, sfiorano da giorni i 16-17°C, consentendo a turisti e residenti di poter fare ancora il bagno nelle acque cristalline della celeberrima località turistica Alassio.

Lo testimoniano  le fotografie di tanti tuffi e i bagni in mare che sembrano essere scattate più in piena estate che a dicembre, mese notoriamente freddo, malinoconico e umido. E invece su Facebook in tanti continuano a pubblicare scatti di un Alassio molto estiva suscitando anche invidia in color che non hanno la possibilità di poter fare altrettanto.

E ci sono personaggi noti che fanno il bagno in questo periodo dell’anno come Marco Ghini, medico e leader del gruppo musicale “Stavolta mia moglie mi manda a funk”, l’avvocato Giorgio Ceriale che ogni giorno, indossando una finissima muta, nuota dalla scogliera di passeggiata Giancardi fino a quasi il torrione o Luca Galtieri, inviato di “Striscia la notizia” che raduna un paio di amici ogni giorno per tuffarsi all’ombra del molo Bestoso.

“Immagini che fanno il giro del mondo grazie al popolare social network e che rappresentano certamente un buon veicolo promozionale per la nostra città – dice Angelo Galtieri, albergatore ed ex presidente dell’Unione provinciale albergatori di Savona – Speriamo che il clima possa mantenersi così fino alla fine dell’anno quando riapriranno molte strutture ricettive per il Natale e le feste di Capodanno. Sarebbe fantastico”.

Intanto la Società nazionale di salvamento si prepara al classico cimento invernale del 26 dicembre ed è lecito pensare che il numero dei partecipanti, con queste temperature, sarà più numeroso rispetto alle passate edizioni.

Battesimo della sella, mercatini, spettacoli e tuffo invernale: ecco cosa fare nel weekend

Riviera. Saranno finalmente accompagnati dal sole tutti gli appuntamenti previsti per il weekend. Come di consueto ci sarà spazio per teatro, musica, mostre, spettacoli, ma anche eventi dedicati ai più piccoli.

Si comincia oggi con la musica popolare ad Albenga con la rassegna “Viaggio nei suoni della tradizione”, iniziativa nata dalla sinergia tra la Fondazione “G.M. Oddi” e l’Associazione Culturale M.A.I.A., con il patrocinio della Provincia di Savona. Fine della Rassegna, quello di proporre, mediante un breve ciclo di sette incontri, un viaggio armonico tra musiche e canti tradizionali: ed è repertorio ricco di colore e suoni, composto di serenate, ballate, incatenature da osteria, a raccontare d’occasioni di festa, di lavoro e momenti di vita d’una comunità che nella musica, come nel canto, ritrova quel valore identitario che le è proprio; repertorio che dilaga sconfinando nei timbri, come nei ritmi, di canti e musiche d’Irlanda. Stasera all’auditorium San Carlo ospite della rassegna sarà Silvio Peron con la presentazione del suo CD “Eschandià de Vita”, storie di personaggi delle valli occitane in Piemonte. Manifestazione ad ingresso libero.

A Finalborgo, alle 21, presso l’Auditorium Santa Caterina andrà in scena “F.D.A.Bocca di rosa e altre storie”, Omaggio a Fabrizio De Andrè. Lo spettacolo “gira” per teatri italiani e stranieri dal 1999, è diventato un piccolo caso di cui si sono occupati più volte i giornali. A 15 anni dalla scomparsa di questo “amico fragile”, tante persone continuano ad aver voglia di condividere storie, di lasciarsi trasportare da un’onda emotiva lunga dove fa piacere rincontrare Marinella, il suonatore Jones, Suzanne, Francis Turner, Bocca di Rosa, l’illuso di Via del Campo, le spose bambine di Khorakane.

Oggi A Savona due presentazioni di libri: alle 15,30 nella Sala Mostre della Provincia quella di “Specchio dell’Anima” (Marco Sabatelli Editore), mentre nel salone della società A Campanassa ci sarà quella del volume “Saluti da Savona” di Carlo Astengo, Bruno Corvi, Ivo Rossi e Antonio Vitiello (ore 16). Teatro protagonista alle Officine Solimano che, alle 19, ospitano “Simon Mago”. Al Teatro don Bosco invce in scena “La finestrella nel cielo di raso turchino” con la compagnia La valigia del comico (ore 21).

A Pietra Ligure torna il mercatino del vecchio e dell’usato “Pietrantico” che si svolgerà oggi dalle 9 alle 20 sul lungomare. A Loano iniziativa dedicata alla Sardegna con la proiezione di diapositive nella sala consiliare del Comune: “Sardegna: un’isola da scoprire. Curiosità, natura e folklore”. Inizio alle ore 16 con ingresso libero. Mercatino anche a Loano, in piazza Massena, con “Artigianalmente mestieri in piazza”. Appuntamento goloso ad Alassio dove, dalle 10 alle 20, ci sarà la mostra mercato “Cioccolarsi per passione”.

Appuntamento con il teatro anche domani sera (domenica) al teatro comunale di Pietra (ore 21) con Lunetta Savino e Emilio Solfrizzi che presentano “Due di Noi”, una commedia esilarante in cui i due attori mettono a nudo i paradossi della vita di coppia. Saranno protagonisti di storie matrimoniali in crisi dove si evidenzia con umorismo e tagliante sarcasmo l’universo, le mancanze, le tensioni, il logorio dei rapporti coniugali. Tre storie diverse che i due brillanti attori interpretano cogliendo le sfumature, gli sguardi, i gesti, le parole di un uomo e una donna nelle dinamiche di vita in comune coinvolgendo il pubblico in uno spettacolo che sorprende, diverte ma fa anche riflettere.

“Due di noi” è il titolo che racchiude tre atti unici, concepiti per essere recitati da un’unica coppia d’attori che raccontano tre emblematiche e paradossali situazioni matrimoniali. Nella prima, Black and silver, un marito e una moglie, entrambi col sistema nervoso logorato da un pargoletto insonne e urlante, tornano in vacanza a Venezia nella stessa camera d’albergo dove avevano trascorso la luna di miele. Il confronto passato/presente è inevitabilmente comico, tenero, con una punta d’amarezza. Nella seconda, Mr.Foot, la comunicazione di coppia è praticamente azzerata: la moglie sopperisce dialogando in modo surreale con il piede del marito, l’unica parte del corpo che ne tradisce qualche sprazzo emotivo, ad onta della sua ostentata e glaciale indifferenza.

L’ultima situazione,Chinamen, consiste in un vero e proprio virtuosismo drammaturgico e attorale: marito e moglie si ritrovano a dover gestire una cena alla quale hanno invitato, per errore, una coppia di amici da poco separati e il nuovo boyfriend di lei. Qui il meccanismo comico, spinto al limite della farsa, è potenziato dal fatto che gli stessi due attori, grazie ad un diabolico meccanismo di entrate, uscite e travestimenti, si trovano ad interpretare ben cinque ruoli diversi, dando vita ad un vorticoso crescendo di equivoci fino al paradosso finale.

Sempre domani appuntamento con il cimento di Celle. Lo Sporting Club Pesca Sportiva, in collaborazione con il Comune di Celle Ligure, organizza presso il lungomare Colombo la XXXXIII edizione del cimento invernale. Ritrovo ed iscrizioni, h. 9.30 presso la sede dello Sporting Club (Foce Torrente Ghiare). Il cimento inizierà alle ore 11.30 e sarà seguito da un rinfresco e dalla premiazione che avverranno in Sala consiliare (Via Boagno).

Sempre a Celle c’è anche un appuntamento per i più piccoli: La sezione locale dell’Avis organizza la XXXVIII edizione del carnevale cellese, con il seguente programma: ore 15.00 ritrovo dei carri e delle maschere in Via Monte Tabor (Piani di Celle, di fronte Hotel Marina), ore 15.30 partenza del corteo lungo Via Genova, Lungomare Crocetta, lungomare Colombo. Al termine del corteo, in piazza del Popolo verranno rotte le pentolacce.

Per tutto il weekend infine cavalli protagonisti ad Albisola con “Cavalcando sulla spiaggia ad Albisola Superiore”. L’iniziativa si svolgerà, con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo del Comune di Albisola Superiore, oggi e domani, dalle 10.00 alle 16.00, nella spiaggia libera attrezzata comunale, presso la passeggiata Eugenio Montale ad Albisola Superiore. Grazie a tale iniziativa adulti e bambini potranno provare gratuitamente il “battesimo della sella”, cavalcando i famosissimi cavalli di razza Gipsy Vanner sotto la guida di esperti istruttori.

Acrobazie in elicottero e pubblico da record al Cimento di Alassio: annunciato gemellaggio in Germania

Alassio. Quasi 150 persone, questa mattina, hanno dato vita alla 51a edizione del Cimento Invernale di Alassio. Una festa favorita anche dal clima mite, con una temperatura esterna di 17 gradi e quella dell’acqua di 14 gradi, che ha richiamato un gran numero di persone sulla passeggiata, letteralmente invasa sia a levante che a ponente dell’Hotel Mediterranee, di fronte al quale si è tenuto il cimento.

Un successo non così scontato, dopo i ripetuti spostamenti a causa del maltempo che alla fine avevano fatto slittare di un mese quello che è il più storico nel calendario nazionale dei cimenti. “La data originale era, come ogni anno il 26 dicembre, una delle caratteristiche che ha reso il cimento di Alassio famoso a livello internazionale – spiega Franco Branco, il “dj del mare”, presentatore del cimento – nonostante questo oggi, 26 gennaio, la partecipazione è stata eccezionale”.

Quasi 150 i partecipanti, che hanno ballato in costume sulla spiaggia sulle note di “Get Lucky” dei Daft Punk subito prima di sfidare il mare. Tra loro persone provenienti addirittura dalla Francia, diversi veterani e alcuni “giovanissimi”.

A fare da contorno l’esibizione dell’elicottero dei Carabinieri di Alassio, che con le sue acrobazie a pelo d’acqua ha regalato più di un brivido a tutti i presenti. Alla manifestazione hanno presenziato anche il sindaco, Enzo Canepa, l’assessore alle Manifestazioni Simone Rossi e la consigliera Fulvia Ruggeri.

Durante il cimento è stato anche annunciato il viaggio di una delegazione alassina, il prossimo 5 maggio, in Germania presso il lago di Costanzo, viaggio nel quale verrà siglato un gemellaggio con i cimentisti locali.

Mercatini, mostre, spettacoli teatrali, conferenze e un tuffo in mare: ecco cosa fare nel weekend

Riviera. Teatro, musica, eventi culturali, mostre e mercatini. Come di consueto saranno tanti e per tutti i gusti gli eventi che animeranno il fine settimana nel Savonese. Stavolta il calendario degli appuntamenti non dovrà nemmeno fare i conti con l’incognita del tempo visto che sia oggi che domani ci sarà il sole.

Per gli amanti dei mercatini l’appuntamento è a Pietra Ligure dove, dalle 9 di oggi e fino a domani, si svolgerà “PietrAntico”, mercatino nel centro storico che si tiene l’ultima domenica di ogni mese. E’ organizzato dall’assessorato alle Attività Produttive ed è a cura dell’Associazione Culturale e Ricreativa Circolo Endas – La Luna. Saranno una cinquantina di espositori nei settori dell’antiquariato, della numismatica, del collezionismo, dell’usato, dell’oggettistica vecchia e antica creano un evento d’attrazione ormai consolidato complice anche il luogo incantevole in cui si svolge. Passeggiando tra le bancarelle è possibile trovare davvero di tutto: dai vecchi dischi in vinile ad oggetti della tradizione contadina, dai mobili antichi alle riviste di inizio `900 ingiallite dal tempo. Non mancano oggetti preziosi, stampe ma anche, per i collezionisti incalliti, raccolte di cartoline, francobolli e monete. I visitatori sono invitati ad andare alla ricerca non solo dell’oggetto raro ma soprattutto alla riscoperta di Pietra Ligure ammirandone le caratteristiche architettoniche. Bancarelle anche in corso Italia a Saovna con “Savona con gusto”, mercatino di prodotti tipici.

Per gli amanti dell’astronomia invece l’appuntamento è per stasera a Savona con la prima parte dell’incontro dedicato alla “Teoria della relatività” a cura del fisico Valerio Ghisolfi. La teoria proposta nel secolo scorso da Einstein ha segnato un punto di discontinuità del sapere scientifico. Le intuizioni dello scienziato di Ulm sono state ragioni di crisi anche nel pensiero filosofico, specie per quanto concerne le critiche alla concezione dello spazio e del tempo. La relatività è stata oggetto di analisi anche sul piano del metodo scientifico: la scienza perde la caratteristica di modello assoluto, assumendo natura di ipotesi; lo stesso Einstein nel 1921 afferma “nella misura in cui le proposizioni della matematica si riferiscono alla realtà esse non sono certe, e nella misura in cui sono certe, non si riferiscono alla realtà”. L’incontro, aperto al pubblico, avrà inizio alle ore 21 e si terrà in Savona, presso il Campus Universitario di Savona, Via Magliotto 2 – Palazzina Lagorio.

A Bardino invece riapre il Mulino degli Artisti (via Nari 6) ed ospita Mauro Pinzone che con Roberto Bani presenterà il progetto “Punti di svista”: “Due amici che si incontrano artisticamente e condividono le loro opere, le loro parole i loro pensieri.. uno spettacolo nato dai monologhi di Roberto e dalle canzoni di Mauro, scritti gli uni sulle parole delle altre e che si fondono tra loro dando una visione della vita “svista” dagli occhi di due artisti insopportabilmente “strabici”…”. Sul palco canzoni, monologhi teatrali ed il senso della vita: inizio alle 21, ingresso libero.

A Varazze, in frazione Cantalupo, c’è l’edizione numero 29 della gara del lancio dello stoccafisso e degustazione (dalle 19). Per gli amanti del teatro al Chiabrera di Savona c’è una tappa del “The new medical mistery tour”, lo spettacolo benefico portato in scena dai medici, infermieri ed operatori dell’ospedale San Paolo dal titolo “Ma che storia (della medicina) è mai questa?” (ore 21). Al teatro don Bosco di Savona invece va in scena la “Potenza dell’abito”, commedia in tre atti con la compagnia la Torretta (ore 21). Alle officine Solimano c’è “Nostra Dea” di Massimo Bontempelli, con Maria Teresa Giacchetta e Jacopo Marchisio (ore 20,30).

A Carcare al Teatro santa Rosa c’è lo spettacolo “Aladin e la lampada magica” con la compagnia Niente di serio (ore 21); al  Teatro Nuovo di Valleggia in scena “Il mio nome era Linda” di Giorgio Sgarbi (inizio ore 21). Ad Albenga, al teatro don Pelle, va in scena lo spettacolo dialettale “E due camee” (ore 21).

Per gli amanti della letteratura, alle 16, a Loano presso la Sala Consiliare del Comune l’Università delle Tre Età organizza la conferenza “Gabriele D’Annunzio: tra poesia guerra ed amori”. Il relatore sarà Pier Franco Quaglieni. A Finale invece, in sala Gallesio, Donatella Sasso presenta il libro “Milena. La terribile ragazza di Praga” (inizio ore 17). A Balestrino invece ci sarà un evento per la Giornata della Memoria: in biblioteca saranno fatte delle letture da “L’albero di Anne” e “La storia di Erika”, letture per la Giornata della Memoria (ore 21).

Sempre per celebrare la giornata della memoria domani la Sezione locale Anpi di Cairo, in collaborazione con Aned Sezione di Savona e Imperia, la Scuola di Polizia Penitenziaria, A.S.D. Atmosfera Danza, propone un evento al teatro della Scuola di Polizia Penitenziaria: “La Giornata della Memoria – letture, canzoni, espressioni corporee per non dimenticare”. Le coreografie saranno a cura di Gabriella Bracco; voce e chitarra con Elia (Paolo Acchiardi), letture di Cesare Oddera e Anna Gentili.

Per i più sportivi domani c’è l’edizione numero 51 del Cimento Invernale che, causa maltempo, era stato rinviato da domenica 26 dicembre a domenica 26 gennaio. L’appuntamento è per le 9,30 davanti all’Hotel Mediterranee di Alassio in Via Roma. La manifestazione, che sarà presentata dal dj ligure Franco Branco, prevede anche l’esibizione acrobatica dell’elicottero dei Carabinieri di Alassio. Gli organizzatori si attendono un grande partecipazione: il cimento invernale di Alssio infatti è uno dei più noti ed anche il più storico del calendario nazionale di queste manifestazioni. Domenica saranno presenti anche il Sindaco Enzo Canepa e l’assessore alle manifestazioni Simone Rossi.

Per tutto il weekend sarà inoltre possibile visitare le diverse mostre che da settimane sono state inaugurate nel Savonese: a Noli quella a tema astronomico “Segni di luce”, a Savona la collettiva fotografica “Humans” nello spazio espositivo altamira–cooperativa “Cappella di San Michele” dalle 16.30 alle 19.30, ad Altare la rassegna “Altare Vetro Arte” ed infine a Millesimo “Tre capitani gloriosi in mostra”; ad Albenga c’è la mostra biennale della Liguria, “Arte 2014. Dal 900 al contemporaneo” nelle sale di Palazzo Oddo.