Loano, in 124 sfidano il freddo per il tradizionale cimento invernale

Loano. Sono stati ben 124 i coraggiosi che questa mattina si sono ritrovati sulla spiaggia dei Bagni Medusa di Loano per partecipare al 31^ cimento invernale di nuovo promosso dall’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano in collaborazione con l’Ati Spiagge Libere Attrezzate, il Sindacato Italiano Balneari di Loano, la Federazione Italiana Nuoto Salvamento, la Guardia Costiera di Loano.

Come da tradizione, cimentisti veterani ed esordienti provenienti da tutta la Liguria ed il nord Italia hanno deciso di salutare l’anno che sta volgendo al termine con un bel tuffo in acqua, la cui temperatura era di circa 13 gradi (contro gli 8 gradi dell’aria).

Quest’anno il sindaco Luigi Pignocca ha preferito partecipare al cimento da semplice spettatore: “Mi sono già tuffato una volta, mi è bastato. Oggi è per uomini e donne veri. La temperatura non è freddissima, ma oggi il tuffo è da ‘impegno’ ugualmente”.

Il cimento, come detto, dà simbolicamente il via agli eventi organizzati dall’amministrazione comunale per salutare il 2017 ormai alle battute finali: “Come da tradizione, ci aspetta un fine anno molto prestigioso: Il 2017 si chiuderà con il grande concerto in piazza Italia con protagonista ‘Lo Zoo di 105’ mentre il 2018 di aprirà con il consueto spettacolo pirotecnico del primo di gennaio”.

E a concittadini ed ospiti, il primo cittadino augura che il 2018 sia “un anno sereno e di felicità, che possiate passarlo coi vostri cari e che ci porti tanta salute e prosperità”.

Cimento inverno bagno natale

Tornando al cimento, la festa in riva al mare è stata animata dal dj-set che, con una ricca scaletta di brani musicali, ha dato il ritmo ai cimentisti impegnati nell’attività di riscaldamento condotta dagli istruttori dell’Asd. Krav Maga Parabellum.

Il servizio di salvataggio era a cura degli operatori della Scuola Italiana Cani Salvataggio che, in attesa del tuffo, hanno effettuato alcune dimostrazioni di salvataggio con l’impiego di operatori e cani da soccorso in mare.

A tutti i partecipanti è stato donato un gadget, mentre uno speciale riconoscimento è stato consegnato al più giovane e alla più giovane, al meno giovane e alla meno giovane, a chi indossa il costume più originale e al gruppo più numeroso. Quest’anno il titolo di “cimentista più giovane” è andato ad Emma a Liza di 6 anni. Tra i “meno giovani” un signore di 85 anni ed una signora di 89 anni.

Andora saluterà il 2018 con il Cimento invernale

Andora. Il 2018 ad Andora inizia sulla spiaggia con “A semmu a bagnu”, una giornata di festa, che il 1 gennaio 2018 vede il ritorno, dopo il grande successo riscosso lo scorso anno, del Cimento invernale, in una versione che lascia spazio anche alla goliardia.

Il tratto di spiaggia fra i bagni Tortuga e il Porto turistico, accoglierà i temerari del bagno fuori stagione e diverrà anche un grande parco di gonfiabili per bambini ad ingresso libero. Non mancherà la musica grazie alla coinvolge e frizzante animazione di Gianni Rossi. L’evento è curato dal Comune di Andora in co-organizzazione con la Pro Loco di Andora.

Ecco il programma completo della giornata. Alle ore 11, sarà aperto il Parco gonfiabili, gratuito e a disposizione per tutta la giornata e ad ingresso libero. Alle 11.30 si svolgerà il Cimento invernale. Presentato da Gianni Rossi, premierà i partecipanti e i gruppi più goliardici ed originali. Riconoscimenti a al “Tuffo più goliardico”, al Partecipante più giovane e al partecipante “Highlander”. Gadget per tutti i nuotatori temerari e pasta party dopo il tuffo. Le iscrizioni si ricevono dalle ore 10.30 direttamente in spiaggia. A tutti i partecipanti sarà consegnata la sacca gadget di Andora.

Alle 15.30 ci sarà una merenda per i bambini con distribuzione di cioccolata calda e panettone. Alle 17.30, la festa si sposta in via Roma con il concerto dei Dejavù, anticipato dalla castagnata e vin brulè del Gruppo alpini Val Merula.

Alassio, 178 cimentisti per festeggiare i 55 anni della ciumba di fine anno

Ad Alassio il cimento invernale più longevo: questa mattina si è volta infatti la 55° edizione della tradizionale ciumba di fine anno nella città del Muretto, che ha visto la partecipazione di 178 cimentisti, giovani e meno giovani, ancora una volta determinati per un nuovo tuffo invernale.

Per tanti l’occasione di ritrovare amici e altri appassionati della ciumba, per alcuni una prima volta tutta da vivere. Certamente, considerato il clima abbastanza rigido i partecipanti dell’edizione 2017 sono stati senz’altro temerari, sfidando una temperatura dell’acqua di 14 gradi ed una temperatura esterna di 12 gradi e non è mancata persino qualche goccia di pioggia.

“Un successo, tanti turisti sul molo e sul litorale, una bella e lunga tradizione di fine anno per la nostra cittadina” ha detto il sindaco Enzo Canepa. Soddisfatto anche Rinaldo Agostini, ex assessore al turismo ed organizzatore dell’evento: “Un grazie enorme è indirizzato a tutte le associazioni e forze dell’ordine che permettono la realizzazione di una manifestazione sempre di successo e apprezzata dai nostri turisti. Per oggi davano maltempo e onde alte, invece tutti in mare…”.

Al cimento hanno preso parte anche i carabinieri di Alassio, che hanno voluto sottolineare la loro presenza ad una iniziativa così sentita dalla comunità alassina. Tra i partecipanti segnaliamo il più giovane, classe 2012, Jonathan Grieco, mentre Emma Folli, sempre del 2012, è stata la più giovane. Il più anziano cimentista di giornata è stato Alessandro Nativi, classe 1936, mentre la più anziana Carla Carli, anche lei nata nel ’36. Il gruppo più numeroso è stata l’associazione dei “Nuotatori del Tempo Avverso”, da sempre grandi protagonisti dei cimenti nelle località della riviera (23 partecipanti).

Loano, acquista un gratta-e-vinci da 5 euro e ne porta a casa 10 mila

Loano. Ha deciso di tentare la sorte in quella specifica tabaccheria cercando di sfruttare la “onda lunga” delle altre vincite precedenti e così ha acquistato un gratta-e-vinci con la speranza di essere baciato pure lui dalla Dea Bendata. E così incredibilmente è stato.

Quella di oggi è stata una giornata più che fortunata per la tabaccheria numero 1 di via Cavour a Loano. Un cliente della rivendita gestita da Gianni Billeci, infatti, si è portato a casa ben 10 mila euro grazie ad un “grattino” fortunato della serie “Doppia Sfida”.

“Un cliente ha letto online che recentemente abbiamo dato diversi premi grossi con i gratta e vinci – spiegano dalla tabaccheria – Così ha deciso di fare un tentativo e ha comprato da noi un gratta-e-vinci del valore di 5 euro”.

I biglietti di “Doppia Sfida” consentono due modalità di gioco. Nella prima, se il giocatore trova uno o più “Numeri Vincenti” nella sequenza de “I tuoi numeri” si porta a casa il premio o la somma dei premi corrispondenti. Nella seconda modalità, invece, occorre prestare attenzione alle scritte “Premio” presenti ne “I tuoi numeri”: se tra queste ci sono tre importi uguali, il giocatore vince quell’importo.

“Quando è tornato ad incassare il premio, il nostro cliente era raggiante. Aveva vinto ben 10 mila euro! Sicuramente passerà un Natale sereno e gioioso. Ma speriamo che non sia l’ultimo in queste feste a cui facciamo un bel regalo”, dicono ancora dalla tabaccheria.

Vento freddo e nevischio non fermano la WAS Xmas Race e il cimento invernale

Savona. Sabato 9 e domenica 10 dicembre presso l’Asd Wind and Sea Savona si sono svolte la settima edizione della WAS Xmas Race e la terza edizione del cimento invernale.

Il vento freddo e il nevischio non hanno bloccato i temerari atleti e cimentisti. Una sessantina di persone hanno fatto il bagno in mare, per poi bere un the caldo, vin brulé e rinfrancarsi con un panettone.

Gli sportivi in gara erano ben 53. Il sabato ha visto la partecipazione di dodici atleti in canoa e sei in sup; la domenica sono stati impegnati complessivamente cinquanta atleti. Tra i partecipanti, dieci tesserati della WAS Savona: Martinazzi, Isnardi, Oddera, Nardini, Falco, Rotti, Melis, Gemme, Pirogova, Aureli.

L’organizzazione della WAS è stata impeccabile, grazie alla collaborazione di soci e non soci appassionati di sport; è stata una grande festa come tutti gli anni. I supporter hanno offerto ricchi premi per le competizioni.

Il sabato si sono svolte le gare sprint sia in sup (stand up paddle) che in canoa polinesiana doppia (outrigger canoe a due posti). La domenica si sono tenuti il cimento invernale e la long distance.

Gli atleti provenienti da tutta Italia e dalla Francia si sono sfidati sportivamente e in piena sicurezza grazie all’appoggio della squadra nautica della Polizia di Stato (capitanata da Sandro Follesa) e dell’Assonautica provinciale savonese (capitanata da Carlo Musso) che hanno collaborato con la WAS via mare. Egregi i ragazzi della sicurezza dell’Assonautica del presidente Luciano Lacirignola, nelle persone di Mazzanti, Serravalle, Romano, Serafini, Gambella, Cavallaro.

Un ringraziamento da parte degli organizzatori va alla Capitaneria di Porto di Savona per aver costantemente monitorato le condizioni meteo marine e aver tempestivamente avvisato quando sono peggiorate. Tutte le gare sono state concluse in ottimi tempi e nella piena sicurezza. Un ringraziamento anche al presidente regionale Federcanoa Ruggero De Gregori per aver presenziato alla manifestazione.

Vediamo i primi classificati, sia delle gare del sabato che della domenica, divisi per categoria.

Sup Sprint a staffetta: Nardini (WAS Savona), D’Agostini (Lignano), Annigoni (Genova)
Corsa-canoa-corsa: Nardini (WAS Savona), Oddera (WAS Savona)

Long distance (14 km canoe, 10 km sup 12.6, 5 km sup all round)
OC1 (canoa polinesiana a un posto) maschile: Claudio Bazzini (Torino) 1h23’25″
OC2 (canoa polinesiana a due posti) maschile: Bigalli e Bianchetti (Firenze) 1h18’58″
OC2 Misto: Falco e Gemme (WAS Savona) 1h33’03″
OC2 Femminile: Rotti e Melis (WAS Savona) 1h49’54”
OC6 (canoa polinesiana a sei posti): Canottieri Comunali Firenze 1h22’53″
SS1 (surfski a un posto) maschile: Paolo Bulgarelli 1h08’42″
SS1 femminile: Sandra Steraj (Torino) 1h28’18″
SS2 maschile (surfski a due posti): Urbani e Bifano (Napoli) 59’54″
SUP (stand up paddle) 12’6 maschile: Laurent Cosimi (Francia) 1h20’07″
SUP 12’6 femminile: Chiara Nordio (Chioggia) 1h16’46″
SUP All Round maschile: Paolo Nardini (WAS Savona) 40’05″
SUP All Round femminile: Giulia D’Agostini (Lignano) 49’28″

Finale Ligure, 155 temerari per il tradizionale cimento della Befana

Finale Ligure. Tanta gente tanto pubblico hanno sfidato il freddo per il tradizionale cimento dell’Epifania a Finale Ligure. La ciumba della Befana ha visto la partecipazione di 155 temerari che si sono gettati in acqua per il consueto tuffo. Sole e cielo sereno, ma temperature dell’aria e dell’acqua abbastanza proibitive.

Dopo le manovre di riscaldamento e la foto di rito dell’evento, i cimentisti si sono lanciati in mare, chi per la prima volta e chi ha rispettato un appuntamento ormai imperdibile per gli appassionati del cimento invernale. E non sono mancate le tradizionale maschere e costumi folcloristici della Befana.

Per l’edizione 2017 i più anziani partecipanti alla ciumba della Befana sono stati Elisa, classe 1936, e Albino, classe 1930, mentre i più giovani sono stati Simone, di sei anni e la piccola Greta, classe 2013.

Ecco la diretta di IVG.it

Laigueglia, 54 temerari per il tradizionale cimento invernale

Laigueglia. Successo questa mattina a Laigueglia per il tradizionale cimento invernale, dove residenti e turisti hanno testato il loro coraggio con un tuffo nel mare azzurro del borgo marinaro, sfidando il freddo di questa mattina

L’evento si è svolto presso la spiaggia ASD Aquilia Vela, a cura della ProLoco di Laigueglia e ASD Aquilia Vela.

I partecipanti, 54 in tutto, sono stati di tutte le età, dagli ultraottantenni ai bimbi, con l’unico obiettivo di divertirsi insieme mettendo alla prova lo spirito e soprattutto il corpo. La più giovane partecipante al cimento laiguegliese è stata Susanna Lecchi di Bergamo, 9 anni, mentre il più anziano che ha preso parte alla ciumba di inizio anno è stato Salvatore Lombardo, classe 1932, di Vendone.

Ecco la diretta di IVG.it

Grande successo per il cimento di Andora, in migliaia a guardare il primo tuffo del 2017

Andora. Straordinario successo per il cimento di Andora sia in termini di pubblico, assiepato in migliaia sui moli e sulla spiaggia, che di partecipanti che sì sono distinti in particolare per la goliardia con cui hanno voluto affrontare questa prima nuotata del 2017.

Fra i 132 iscritti, si sono visti clown, ballerini in tutù, nuotatori in costumi d’epoca e tanto babbi Natale. A salutare gli ardimentosi del tuffo fuori stagione anche un gruppo di appassionati di SUP con le loro tavole.

“Questo cimento è stato l’occasione per iniziare al meglio il 2017 – ha dichiarato il vicesindaco di Andora Paolo Rossi, anche lui fra i nuotatori – Dopo alcuni anni di assenza dal calendario delle manifestazioni, aver riproposto l’evento nella nuova data del primo dell’anno si è dimostrato una scelta vincente visto il successo di partecipanti e di pubblico. Tuffi, musica e gonfiabili sulla nostra spiaggia hanno fatto divertire migliaia di persone. Grazie alla Pro Loco, alla Capitaneria di Porto che insieme al supporto prezioso del Tortuga Beach e Bagni Holiday, del circolo Nautico e al sempre impeccabile Gianni Rossi hanno reso perfetta la realizzazione di questo primo dell’anno andorese”.

cimento andora

Il premio per il più giovane è andato a Alessandro Pavani, 6 anni, di Villanova Canavese, mentre l’oscar del più anziano lo ha conquistato Valentino Canavero, classe 1929, di Savona. Il gruppo più numeroso è stato quello ligure dei Nuotatori del Tempo avverso. Il più goliardico sulla spiaggia di Andora è stato il clown Enrico Centofanti di Genova. L’ Associazione Albergatori di Andora ha offerto il soggiorno premio.

“Il successo è un buon auspicio per il nuovo anno, dopo un 2016 ricco di soddisfazioni per la mia amministrazione – dichiara il sindaco Mauro Demichelis – Davvero un bell’inizio per il 2017 dopo un 2016 già positivo che ha visto Andora fra i comuni che hanno avuto il maggior incrementato le presenze e di arrivi di turisti in provincia di Savona. Siamo pronti a replicare e migliorare quello che è stato l’anno dei record di eventi che, fra manifestazioni culturali, di spettacolo e grandi ospiti, ha posto Andora all’attenzione del pubblico ligure e nazionale. Naturalmente si continua così”.