Al Comsubin il “V Convegno Bruno Falcomatà” e il “XXIII Congresso Nazionale Simsi” sulla Medicina Subacquea ed Iperbarica

Durante l’evento si confronteranno esperti di settore insieme al personale specializzato della Marina Militare. 

LA SPEZIA – Dal 18 al 20 ottobre 2018, presso il Comando Subacquei ed Incursioni (COMSUBIN) della Marina Militare a La Spezia, si svolgeranno il  V  Convegno Capitano Bruno Falcomatà ed il XXIII Congresso Nazionale della  Società  Italiana  di Medicina Subacquea ed Iperbarica (SIMSI).

Durante l’evento, i massimi esperti della Medicina Subacquea ed Iperbarica affronteranno temi riguardanti la sicurezza, le normative, le nuove sperimentazioni e gli studi nell’ambito di questa importante branca della medicina condividendo, nell’ambito di una sempre più stretta collaborazione tra il mondo militare e quello civile, le competenze e le esperienze nell’ambito della subacquea, settore in cui proprio la Marina Militare rappresenta un centro di eccellenza nazionale.

Al convegno parteciperanno il prof. Pasquale Longobardi, Presidente del SIMSI, l’Ispettore della Sanità della Marina Militare, ammiraglio ispettore Mauro Barbierato e il comandante di COMSUBIN, ammiraglio di divisione Paolo Pezzutti.

Questa attività, così come quelle regolarmente condotte  presso il COMSUBIN, confermano la particolare vocazione duale e complementare con cui la Forza Armata, oltre ad assolvere i compiti istituzionali di difesa del Paese, rende disponibili i propri mezzi, le proprie capacità e l’expertise del proprio personale a favore della collettività, del mondo della ricerca e delle istituzioni.

 

APPROFONDIMENTI:

Gruppo Operativo Subacquei

Il Gruppo Operativo Subacquei del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare, ha acquisito nel tempo la capacità di operare sotto la superficie del mare sino a 300 metri con l’uomo e sino a 1.500 metri con i veicoli subacquei.

Con una storia di 169 anni alle spalle, il GOS è l’eccellenza nell’ambito delle operazioni subacquee ed estende le proprie capacità anche a numerose attività a favore della collettività soprattutto in ambito sanitario, scientifico e sociale.  Sono stati migliaia gli interventi volti alla bonifica dei litorali italiani da ordigni esplosivi residuati bellici e quelli svolti per condurre trattamenti di ossigeno terapia iperbarica a favore di pazienti civili.

Il Comando Subacquei ed Incursori è infatti dotato di una idro-ambulanza di classe A, che viene impiegata dal proprio personale altamente specializzato, contestualmente all’unico impianto iperbarico presente sul territorio, per soccorrere non solo operatori militari qualora affetti da patologia da decompressione conseguenti ad attività subacquee, ma grazie ad una convenzione tra la Marina Militare e l’Agenzia Sanitaria Locale della Spezia, a fornire al contempo supporto alla popolazione per mezzo dei trattamenti di Ossigeno Terapia Iperbarica in emergenza, finalizzati alla risoluzione di numerose patologie cliniche, tra le quali l’avvelenamento da monossido di carbonio, le gangrene gassose e le lesioni da schiacciamento o fratture a rischio.

Per queste peculiarità gli operatori subacquei delle altre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato possono essere formati esclusivamente dal Gruppo Scuole di COMSUBIN che, attraverso dedicati percorsi formativi, li abilita a condurre immersioni in basso fondale secondo le rispettive competenze.

Capitano medico Bruno FALCOMATÀ
Medaglia d’oro al Valor Militare alla memoria

Ufficiale medico di eminenti qualità, univa all’eccellenza della mente dedita con successo alle indagini scientifiche, fermezza di carattere, generosità di intenti, spirito di sacrificio illimitato e dedizione incondizionata alla Patria.

Capo Servizio Sanitario dei mezzi d’assalto della Regia Marina, recava senza riposo e col suo stesso cimento fisico, prezioso contributo scientifico alla difficile pericolosa e lunga preparazione del personale.

Nel tentativo di forzamento di una delle più potenti e meglio difese basi navali avversarie chiese, e seppe ottenere al di là del proprio dovere, di seguire gli uomini ed assisterli fino al momento del lancio avvenuto a pochi metri dalle ostruzioni della piazzaforte. Percepita la disperata ed incerta lotta affrontata dagli operatori, assieme agli altri ufficiali, non volle abbandonare i propri uomini, attendendo sul punto di lancio molte ore il tempo stabilito.

Nel tentativo di disimpegno, l’unità fu attaccata a fondo da numerosi aerei; raggiunto al termine di disperata schermaglia da raffiche di armi automatiche, cadde a fianco degli altri compagni d’arme al posto che aveva tenuto oltre il dovere.

Acque di Malta, alba del 26 luglio 1941.

L'articolo Al Comsubin il “V Convegno Bruno Falcomatà” e il “XXIII Congresso Nazionale Simsi” sulla Medicina Subacquea ed Iperbarica sembra essere il primo su Cronaca4.

Quarto cimento di Tellaro

TELLARO – Lunedì 1 gennaio si è svolto il quarto cimento di Tellaro al rintocco delle campane di mezzogiorno 13 coraggiosi si sono tuffati dal molo della Marina.
Presenti per l’Amministrazione Comunale di Lerici Marco Russo, assessore ai Lavori Pubblici, e Claudia Gianstefani, capogruppo e delegata all’Ambiente, unica donna, insieme ad Alice Cabani, pronta a sfidare l’acqua gelida.

Da segnalare anche il più giovane del gruppo Matteo Cabano, classe 2006, e figlio dell’organizzatore dell’evento, Federico Cabano.
Immancabile il buonissimo e rincuorante vin brulê, preparato da Federico: un vero conforto per i coraggiosi appena usciti dall’acqua.

“Quest’anno la giornata ventosa ci ha messo a dura prova, ma abbiamo superato il tuffo alla grande – commenta Claudia Gianstefani -. Questo evento compie 4 anni ed è diventato un must per il territorio. Contiamo di coinvolgere ogni anno più persone, con le quali salutare il nuovo anno in maniera originale”.

L'articolo Quarto cimento di Tellaro sembra essere il primo su Cronaca4.

Straordinario successo per il primo Bagno Invernale in Palmaria

Si è svolto Sabato 21 Gennaio il primo Bagno Invernale in Palmaria, organizzato dalla Pro Loco dell’isola in collaborazione con l’Associazione “Nuotatori del Tempo Avverso”.

P1210118

Andrea Salogni, Anna Maria Bontempi, Anna Maria Santona, Antony Ficozzi, Barbara Bo, Brigida Recchia, Danilo Scali, Davide Gallina, Elena Giachetti, Fabrizio Dellepiane, Fabrizio Quintavalla, Fiorella Lorenzotti, Francesca Manzini, Franco Lo Cascio, Franco Roccella, Gianfranco Boccia, Gianni Billeci, Giorgia De Bortoli,  Giovanni Campolmi, Giovanni Pastorino, Giuseppe Lombardo, Gloria Severino, Jola Krzywicka, Lara Salvini, Lilly Pozzi, Lorena Pedemonte, Loris Roffi, Luca Rozzolo, Lucien Faval, Mabel Dragicevich, Marco Pini, Marina Boggio Marzet, Massimo Ciardi, Michela Benvenuto, Michele Cavalleri, Mimi Billeci, Paolo Negro, Raffaele Ferrara, Riccardo Tavanti, Roberto Calcagno, Roberto Giuria, Sandro Petello, Salvatore Salemi, Stefano Pini, Valentina Garrone e Valeria Mattii hanno compiuto una vera e propria impresa, dato che la temperatura dell’acqua era leggermente superiore ai 10 C°.

P1210029
I cimentisti hanno incominciato ad arrivare a Punta Secca alle ore 9, grazie alla massima disponibilità della Cooperativa Barcaioli Portovenere a garantire il servizio di trasporto per tutta la giornata.
Dopo una breve passeggiata per scaldarsi ed osservare le meraviglie storiche e naturalistiche dell’isola, intorno alle ore 10.30 si è assistito ad uno spettacolare fuori programma: un elicottero antincendio infatti è atterrato a Punta Secca, come sosta intermedia per la situazione di emergenza sul Muzzerone che, grazie al pronto intervento di Protezione Civile e Soccorso Alpino, è stata chiusa senza pesanti conseguenze.

P1210043

Terminate le iscrizioni, in cui sono state consegnate le guide turistiche offerte dal Comune di Porto Venere, alle ore 11 gli arditi cimentisti si sono quindi tuffati nelle gelide acque del canale di Porto Venere, assistiti dalla Squadra Italiana Cani Salvataggio, dove hanno potuto apprezzare le praterie di Posidonia Oceanica ed il pittoresco scorcio tra San Pietro e la Torre Capitolare. Finito il bagno, gli abitanti dell’isola hanno preparato loro un caldo ristoro per intiepidire i ghiacciati spiriti.
Intorno alle ore 12, i cimentisti ed i semplici escursionisti sono stati guidati dai giovani volontari della Pro Loco lungo il sentiero ad anello dell’isola, dopo aver lasciato accappatoi ed oggetti personali presso il B&B La Casa del Pescatore. Particolarmente apprezzati sono stati il tunnel di Cala Fornace ed il panorama a 180° dal Roccio.
Verso le 16 infine, tutti i visitatori sono tornati a Porto Venere, dove hanno potuto usufruire dei servizi igienici e delle docce della Portovenere S.r.l.
Gli organizzatori, molto soddisfatti della riuscita dell’evento, stanno già programmando la prossima edizione, che su richiesta di molti partecipanti si potrebbe svolgere la prima Domenica di Dicembre al Pozzale

L'articolo Straordinario successo per il primo Bagno Invernale in Palmaria sembra essere il primo su Cronaca4.

Grande attesa per il Cimento Invernale in Palmaria

PORTO VENERE – Si svolgerà Sabato 21 Gennaio il primo Bagno Invernale sull’isola Palmaria, organizzato dalla Pro Loco dell’isola in collaborazione con l’Associazione “Nuotatori del Tempo Avverso”, da 11 anni un’istituzione dei cimenti in ambienti naturali.

Il programma prevede dalla ore 9 alle ore 10 il trasporto dei cimentisti da Porto Venere a Punta Secca, grazie al potenziamento del servizio garantito dalla Cooperativa Barcaioli.
Alle 9.30 apriranno poi le iscrizioni gratuite, con consegna dei gadget di partecipazione e le guide turistiche offerte dal Comune di Porto Venere.
Alle 10.00 vi sarà una breve spiegazione da parte dei cimentisti più esperti riguardo alle precauzioni da adottare per chi fa il bagno invernale per la prima volta.
Alle 11.00 finalmente tutti in mare, con il tuffo collettivo a Punta Secca e snorkeling per osservare la Posidonia Oceanica. Finito il bagno, la Pro Loco offrirà ai cimentisti un caldo ristoro.
Alle 12.00 infine i cimentisti potranno scoprire le peculiarità storiche e naturalistiche dell’isola, grazie ad una escursione guidata che terminerà al Terrizzo. 
Grande collaborazione della Scuola Italiana Cani Salvataggio (SCS Firenze), che con i suoi preparatissimi cani bagnino garantirà l’assistenza ai cimentisti.
Sarà possibile associarsi sul posto alla Pro Loco Palmaria.
Pranzo al sacco.
Si ringrazia il B&B Casa del Pescatore per il supporto logistico.

L'articolo Grande attesa per il Cimento Invernale in Palmaria sembra essere il primo su Cronaca4.

Appuntamenti a Porto Venere per il 6 gennaio

PORTO VENERE – Si svolgerà venerdì 6 gennaio alle 12.00 il “Bagno della Befana”, un cimento organizzato dal gruppo “Nuiatri de Purtivene” con la collaborazione delle associazioni locali ed il patrocinio del Comune di Porto Venere.

Ogni anno sempre più numerosi sfidano le fredde acque del borgo per salutare in allegria il nuovo anno.
cimento
Quest’anno, la Pro Loco di Porto Venere in collaborazione con il Soccorso Alpino e patrocinato dal Comune di Porto Venere, ripropone “La Befana scende dal Muzzerone”, emozionante manifestazione nella quale adulti e bambini staranno con il naso in aria ad attendere la Befana che, seguendo la cinta muraria del borgo, volerà su Piazza Bastreri dalla torre capitolare.
Appuntamento in Piazza Bastreri alle 15.00″
befana-muzzerone-1

L'articolo Appuntamenti a Porto Venere per il 6 gennaio sembra essere il primo su Cronaca4.

Nuova edizione del Cimento di Ria

LE GRAZIE – Ormai si può dire che sia una tradizione consolidata il cimento di Ria, l’evento ben augurale graziotto del primo gennaio giunto quest’anno all’ottava edizione.
Un crescendo di partecipazione che ha portato a tuffarsi l’anno passato 45 temerari, ma con tantissimi spettatori ad assistere e brindare. Graziotti e foresti (non residenti), coraggiosi e freddolosi, partecipanti e pubblico, l’importante è essere presenti per scambiarsi gli auguri di buon anno e scaldarsi con vin brulè e cioccolata calda preparati dalla Pro Loco. Il tuffo però è aperto a tutti, basta andare alle Grazie e mettersi in coda. Anche quest’anno il cimento sarà preceduto da una piccola corsa, anch’essa aperta a tutti, giusto per chi vuole scaldarsi un po’, mentre per chi vuole fare solo il tuffo l’appuntamento è alle Grazie, di Porto Venere, alle ore 11,30 presso il pontile dei traghetti.

Programma:
Ore 10: ritrovo partecipanti “Corsa dei Babbi Natale” davanti al pontile dei vaporetti di Via Libertà
Ore 10.30: partenza della corsa. Percorso: Le Grazie, Chiesa di S.Pietro e ritorno ad andatura turistica
Ore 12: Conteggio, foto di rito e tuffo dal pontile aperto dalla classica spanciata di “babbo natale”.
A seguire: brindisi.

Panettone, cioccolata calda e vin brulè per tutti offerti dalla Pro Loco Le Grazie

L'articolo Nuova edizione del Cimento di Ria sembra essere il primo su Cronaca4.

La mattina della vigilia tutti alla Venere Azzurra con il tradizionale cimento natalizio

LERICI – Un tuffo nelle fredde acque di dicembre della Venere Azzurra, una nuotata fino alla scogliera antistante e poi un rinfresco sulla spiaggia a base di focaccia, panettone e spumante.

Si è svolto come di consueto, sabato 24 dicembre, la Vigilia di Natale, il tradizionale cimento natalizio lericino, organizzato da Piero e Dino Ceppodomo con il patrocinio della Società Marittima di Mutuo Soccorso e del Comune di Lerici.

immagine-5-p

Svolto per la prima volta il giorno della Vigilia del 1999, sulla spiaggia di Fiascherino, da un ristretto numero di amici originari di Lerici, oggi il cimento, arrivato alla 18 ^ edizione, conta un notevole numero di partecipanti, provenienti da diverse località della Liguria e regioni limitrofe.

«Il cimento invernale è un evento diventato ormai per i lericini, e non solo, una vera e propria tradizione natalizia – commenta il Consigliere delegato allo Sport, Massimo Carnasciali -. Partita raccogliendo un gruppo ristretto di amici, oggi l’iniziativa, a cui guardiamo sempre con grande soddisfazione, ha grande richiamo anche oltre i confini della regione e auguriamo continui a crescere di anno in anno».

immagine-4

Novità di questa edizione, la partecipazione straordinaria del Campione di nuoto nei mari ghiacciati Paolo Chiarino, leader in Italia e nel mondo dello sport estremo. Protagonista di numerose imprese in giro per il mondo e sempre alla ricerca di performances originali, Chiarino si è incontrato con i cittadini in Sala del Consiglio del Comune, dove ha spiegato come affronta le sue incredibili imprese proiettando filmati di quelle più avventurose.

immagine-2-p

«L’idea di questo tuffo invernale nasce come atto di amore nei confronti del mare, una passione che dura tutto l’anno e quindi anche durante i mesi invernali – commenta Dino Ceppodomo, organizzatore insieme al fratello Piero della manifestazione -. Oggi l’iniziativa mantiene quel messaggio originario, arricchendosi della presenza di numerosi partecipanti e, quest’anno, dell’intervento straordinario di un campione come Paolo Chiarino, che ringraziamo per aver raccolto con entusiasmo il nostro invito».

immagine-3-p

L'articolo La mattina della vigilia tutti alla Venere Azzurra con il tradizionale cimento natalizio sembra essere il primo su Cronaca4.