10ª Traversata “un bacino per ADMO”

Canottieri Lago d’Orta mm Nobile dei Laghi 2017 mm ADMO Piemonte


Pettenasco, 9/9/2017
10ª traversata a nuoto “un bacino per ADMO

ISCRIZIONI a partire da maggio

MODULO DI ISCRIZIONE

1. Compilare il presente modulo.

2. Completare l’iscrizione con il pagamento via bonifico: c/c Banca Popolare di Novara – Fil. Omegna, intestato a CANOTTIERI LAGO D’ORTA A.S.D. – Cod. IBAN: IT38H 05034 45550 0000 0002 0184, specificando la CAUSALE (Cognome Nome – Traversata “un bacino per ADMO” 2017).

3. Inviare MODULO e RICEVUTA DI PAGAMENTO: via e-mail a anatreselvagge@gmail.com, oppure via fax al numero 0323.020177.

L’iscrizione si intende accettata solo al ricevimento del modulo d’iscrizione firmato e con allegato la copia dell’avvenuto versamento.

Iscritti e risultati

Su questa pagina sono pubblicati l’elenco degli iscritti e i risultati (anche i video e le foto) a manifestazione conclusa.

➢ ELENCO ISCRITTI
➢ Risultati 2015
➢ Foto 2015
➢ PAGINA TRAVERSATA

REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE

10ª TRAVERSATA A NUOTO “un bacino per ADMO” – Pettenasco, 9/9/2017

1. La manifestazione ha finalità promozionali e benefiche ed è di carattere amatoriale, non agonistico.

2. La compilazione del modulo d’iscrizione e la sottoscrizione delle indicazioni in merito a: stato di buona salute, capacità natatorie, scarico di responsabilità, dati personali, percorso alternativo, quota di iscrizione e firma, è obbligatoria.

3. Tutti i partecipanti dovranno presentarsi muniti del tagliando di versamento della quota d’iscrizione sull’apposito c/c postale, per il ritiro del pacco gara; eventuali versamenti effettuati dopo il 3/9/2017 e fino alle 13,30 del 9/9/2017 saranno maggiorati di una penalità di 10 €.

4. Per i partecipanti “minori” (sotto i 18 anni compiuti) è fatto obbligo il consenso di uno dei genitori, con l’apposizione di due firme (partecipante ed esercente la patria potestà) specificando il n. e il tipo di un documento di riconoscimento del genitore.

5. Alla manifestazione è consentita la partecipazione anche ai minori di 14 anni (nati entro il 9/9/2003) purché accompagnati da un genitore o da un tutor dedicato.

6. Gli Atleti dovranno essere muniti e utilizzare il pallone di sicurezza numerato fornito alla partenza dall’Organizzatore, unito al corpo da un cordino; detto pallone (boetta) resterà di proprietà del Nuotatore.

7. Per tutti gli Atleti è inoltre obbligatorio indossare la calottina in lattice con riportato il proprio numero, consegnata nel pacco gara.

8. Le iscrizioni si chiuderanno DOMENICA 3 SETTEMBRE alle ore 20,00 o al raggiungimento di 300 partecipanti, dando priorità ai Tesserati F.I.N., F.I.C., F.I.C.K. e C.I.P.; la quota di iscrizione, in caso di rinuncia, non verrà restituita. In caso di disponibilità, le iscrizioni possono essere effettuate anche prima della partenza, con una penalità di 10 €.

9. E’ consentito l’uso di mute in neoprene.

10. E’ consentito l’uso di salvagente o pinne per i partecipanti diversamente abili.

11. Le barche private al seguito dovranno tenere una distanza di sicurezza di m 50 dal partecipante più esterno alla scia dei concorrenti.

12. L’Organizzazione si riserva di sospendere la manifestazione o di ridurre il tracciato in caso di cattive condizioni meteo o per motivi che, a proprio insindacabile giudizio, non possano garantire condizioni di sicurezza.

13. Il percorso sarà segnalato da 2 grandi boe (500 e 1000 m dalla partenza) oltre che dal corridoio d’arrivo; boette per il percorso di 400 m. La manifestazione non è competitiva ma verrà rilevato il tempo di percorrenza di ogni singolo Atleta.

14. Per quanto non contemplato, si rimanda al regolamento F.I.N. acque libere.

Canottieri Lago d’Orta mm Nobile dei Laghi 2017 mm ADMO Piemonte

– – – – – – –
Controlla quando sono le prossime traversate!
– – – – – – –

5ª Nuotata sotto le stelle – 5th Swim beneath the stars

L’A.S.D. Centro d’Incontro Legrese A.S.C.
con ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo) e l’A.S.D. Riviera d’Orta
con il supporto delle Anatre Selvagge

organizzano per sabato 12 agosto 2017

nella splendida cornice del paese di Orta San Giulio

la quinta edizione della

Nuotata sotto le stelle
Swim beneath the stars

stars

ore 19.30: partenza Formula TUTOR (400 metri) – Per i giovanissimi!

ore 20.00: partenza Percorso A (1400 metri) – Giro dell’Isola!

ore 22.00: partenza Percorso B (400 metri) – A caccia di stelle cadenti!

Per ulteriori info e iscrizioni:
clicca QUI!


Su questa pagina saranno pubblicati l’elenco degli iscritti, le foto e, appena sarà possibile, i risultati a manifestazione conclusa.


– – – – – – –
Controlla quando sono le prossime traversate!
– – – – – – –

Traversate a nuoto 2017

Alle Anatre Selvagge e a tutti Nuotatori in acque libere: per voi l’elenco di tutte le traversate lacustri e marine del 2017 che abbiamo trovato finora. Speriamo di trovarci numerosi ad ogni nuotata!

– Domenica 19 marzo: OceanMan Malaysia, Putrajaya MALESIA (10 km / 5 km / 1,5 km)
– Lunedì 1 maggio: Swim Cap Norfeu, Roses SPAGNA (6 km / 4 km)
– Domenica 7 maggio: OceanMan Tabarca, Tabarca SPAGNA (10 km / 5 km / 2 km)
– Domenica 14 maggio: Madonnetta Swim Race, Albissola Marina SV (3,5 km / 1852 m)
– Domenica 21 maggio: OceanMan Palamos, Palamós SPAGNA (9,5 km / 4,5 km / 2 km)
– Domenica 28 maggio: Dritti all’isola, Alassio SV (5 km / 2,5 km)
– Domenica 28 maggio: OceanMan Sochi, Sochi RUSSIA (10 km / 5 km / 1,5 km)
– Venerdì 2 giugno: 4ª edizione della Traversata del Lago di Endine, Monasterolo del Castello BG (5 km / 1,5 km)
– Venerdì 2 giugno: 43ª Cavi-Sestri, Sestri Levante GE (3 km / 1,8 km / 200 m)
– Sabato 3 giugno: 2° Trophy Ksamil Island, Saranda ALBANIA (6 km / 4 km / 2 km)
– Domenica 4 giugno: 4° Moro Lake Swim Challenge, Darfo Boario Terme BS (1,7 km / 3,3 km / combinata 5 km)
– Domenica 4 giugno: Swim Estartit, L’Estartit SPAGNA (5,5 km / 1,5 km)
– Sabato 10 giugno: 1° Miglio Cerialese, Ceriale SV (1852 m / 926 m)
– Domenica 11 giugno: Doppio Tuffo, Iseo BS (2,4 km / 1,2 km)
– Domenica 11 giugno: 7° Miglio Blu, Lerici SP (1852 m)
– Sabato 17 giugno: X2O X-GardaMan, Toscolano Maderno BS (2,2 km)
– Domenica 18 giugno: Empuria Channel Swim, Castelló d’Empúries SPAGNA (4,5 km)
– Domenica 18 giugno: Italian Open Water Tour Monate, Monate VA (5 km / 2,5 km / staffetta 3 x 926 m)
– Sabato 24 giugno: OceanMan Lago d’Orta, Gozzano NO (14 km / 4,5 km / 1,3 km)
– Sabato 24 giugno: Palmaria Island, Porto Venere SP (3 km)
– Sabato 24 giugno: SWIMAQ Andrano, Andrano LE (1,1 km)
– Sabato 24 giugno: 6ª edizione “Il Fondo nel Golfo di Salò”, Salò BS (3 km / 1,5 km)
– Domenica 25 giugno: 18ª Le défi de Monte Cristo, Marsiglia FRANCIA (5 km / 2,5 km / 1 km)
– Domenica 25 giugno: Gran Fondo Porto Conte, Alghero SS (17 km)
– Domenica 25 giugno: “Acquelibere 1.1” Lecco-Malgrate, Lecco LC (1,1 km)
– Domenica 25 giugno: SwimTheIsland Sirmione, Sirmione BS (1,8 km / 3,2 km)
– Domenica 25 giugno: 4° Miglio Marino di Alassio, Alassio SV (1852 m)
– Sabato 1 luglio: VIII Traversata Torri-Maderno, Toscolano Maderno BS (7 km)
– Sabato 1 luglio: SWIMAQ Porto Cesareo, Porto Cesareo LE (5 km / 2 km)
– Domenica 2 luglio: 14ª “Traversata del Lago d’Orta” Pella-Orta, Pella NO (1,5 km)
– Domenica 2 luglio: “Un solo golfo un solo mare”, Lerici SP (800 m)
– Domenica 2 luglio: OceanMan Oytilo Bay, Limeni GRECIA (7,5 km / 5 km / 2,5 km)
– Sabato 8 luglio: 10° Trofeo Nuoto Città di Pineto, Pineto TE (13 km / 6,5 km / 2,8 km)
– Sabato 8 luglio: SWIMAQ Campo di Mare, San Pietro Vernotico BR (1,5 km)
– Sabato 8 luglio: Terza “Nuotata Maggiore”, Stresa VB (1,7 km)
– Sabato 8 luglio: Swim by Sunset, El Port de la Selva SPAGNA (5 km / 2,5 km)
– Sabato 8 luglio: Gran Fondo Venezia, Cavallino Treporti VE (15 km / 3 km)
– Domenica 9 luglio: 22ª Traversata del Lario, Mandello del Lario CO (1,5 km / 350 m)
– Sabato 15 luglio: “Acquelibere 3.3” Bellagio-Lierna, Bellagio CO (3,3 km)
– Sabato 15 luglio: 7ª Coppa Groupama, Marinella di Sarzana SP (1,5 km)
– Domenica 16 luglio: 14ª Traversata del Lago di Mergozzo, Mergozzo VB (2,3 km)
– Domenica 16 luglio: 2° Miglio IdroSwim, Idro BS (1852 m / 926 m)
– Domenica 16 luglio: 3° Iseo Lake Lovere-Pisogne, Lovere BS (2,8 km)
– Domenica 16 luglio: 13° Miglio marino Sorese, Sori GE (1852 m)
– Domenica 16 luglio: 41° Miglio marino di Chiavari, Chiavari GE (1852 m)
– Sabato 22 luglio: 22ª Nuotata dell’Eremo, Leggiuno VA (3,5 km / 1,5 km / 500 m)
– Sabato 22 luglio: SWIMAQ Otranto, Otrant LE (5 km / 2 km)
– Sabato 22 luglio: North Lake Swim Cup, Malcesine VR (3 km / 1,5 km)
– Sabato 22 luglio: Lago d’Orta Marathon Swim, Gozzano NO (27 km)
– Domenica 23 luglio: 13ª Traversata “da riva a riva”, Omegna VB (850 m / 1,7 km)
– Sabato 29 luglio: 5ª edizione di Nuoto a Pallanza, Verbania VB (3,2 km / 1,35 km / 450 m)
– Sabato 29 luglio: SWIMAQ Gallipoli, Gallipoli LE (5 km / 2 km / 1 km)
– Domenica 30 luglio: VII Traversata dei Leoni, Monate VA (7,7 km / 2,4 km)
– Domenica 30 luglio: 4ª “Due bracciate per Lorenzo”, Lerici SP (800 m)
– Sabato 5 agosto: 48ª Traversata del Lago di Viverone, Viverone BI (3,75 km)
– Sabato 5 agosto: 2ª Sbracciando a Baveno, Baveno VB (1,5 km / 5 km)
– Sabato 5 agosto: 2° Loreto Island Swim Race, Monte Isola BS (1,8 km)
– Domenica 6 agosto: 11° Lake Swim – Traversata del Lago Eridio, Anfo BS (5 km / 2 km)
– Sabato 12 agosto: Nuotata sotto le stelle Swim beneath the stars”, Orta San Giulio NO (1,4 km / 400 m)
– Martedì 15 agosto: 84ª Traversée du Lac d’Annecy, Annecy FRANCIA (10 km / 5 km / 2,4 km / 1 km)
– Martedì 15 agosto: Decimo Kilometro Rivano, Sestri Levante GE (1 km)
– Domenica 20 agosto: 85ª Traversata del Lago di Lugano, Lugano Svizzera (2,5 km / 400 m)
– Domenica 20 agosto: Omegna and back, Omegna VB (3 km / 1,5 km)
– Domenica 20 agosto: Swim Colera, Colera SPAGNA (5,5 km / 4 km / 2,5 km)
– Domenica 20 agosto: Traversata del Golfo, Levanto SP (1,5 km)
– Domenica 27 agosto: 2nd Swim Lake Gargnano, Gargnano BS (3 km / 1,5 km)
– Domenica 27 agosto: 19ª Traversata del Lago d’Iseo, Iseo BS (3,2 km)
– Domenica 27 agosto: Italian Open Water Tour Maccagno, Maccagno VA (5 km / 2,5 km / staffetta 3 x 926 m)
– Domenica 27 agosto: Nuotata Eco-storica del Conero, Sirolo AN (15 km / 4 km)
– Sabato 2 settembre: 5° Tuffo nella Storia – Nuotata dell’isola Comacina, Tremezzina CO (1,6 km / 400 m)
– Domenica 3 settembre: 24ª Traversata Angera-Arona, Arona NO (2,4 km / 1,2 km / 400 m)
– Sabato 9 settembre: 10ª Traversata “un bacino per ADMO, Pettenasco NO (2 km / 1 km / 400 m)
– Sabato 9 settembre: “Acquelibere 4.5” Laghetto di Piona, Colico LC (4,5 km / 1,5 km)
– Sabato 9 settembre: 6ª Gran Fondo del Naviglio, Milano Darsena MI (21 km / 14 km / 3 km)
– Domenica 10 settembre: 11° Iseo Lake Monte Isola, Monte Isola BS (8,8 km)
– Sabato 16 settembre: 4ª DesenzanoNuota, Desenzano del Garda BS (3 km / 1,5 km)
– Domenica 17 settembre: Italian Open Water Tour Noli, Noli SV (5 km / 2,5 km / staffetta 3 x 926 m)
– Domenica 17 settembre: SWIMAQ Leuca, Castrignano del Capo LE (2 km)
– Martedì 19 – giovedì 21 settembre: Periplo di Capo Testa, Santa Teresa Di Gallura OT (8 km)
– Venerdì 22 – domenica 24 settembre: Nuotata all’Isola dell’Asinara, Stintino SS (15 km)
– Venerdì 29 settembre – domenica 1 ottobre: Attraversata Bocche di Bonifacio, Santa Teresa Di Gallura OT (15 km)
– Sabato 30 settembre: 1° Riva del Garda Swim Cup, Riva del Garda TN (2,5 km)
– Domenica 8 ottobre: 7° Swim the Island, Bergeggi SV (6 km / 3,5 km / 1,8 km)
– Domenica 15 ottobre: Oceanman World Championship, Benidorm Spagna (10 km / 5,5 km / 1,5 km)

Quando verranno ufficializzate altre date di traversate saranno man mano pubblicate. Sarebbe bello e più onesto se chi copia sul proprio sito questo calendario citasse la fonte da cui l’ha preso…
Sulla pagina Traversate verranno inserite quelle in cui ci sarà la presenza anatresca.

Il mio Cimento (e la Cena al buio)

28 gennaio 2016
Cimento d’la merla, Orta San Giulio

Come un rito antico che sfrutta la forza degli elementi della natura, il battesimo anatresco è tanto intenso quanto celere.
Non c’è lucidità completa tra il salto dal pontile ed il momento in cui ci rimettiamo i calzini. Dopo il tuffo, il corpo si sveglia immerso in qualcosa di istintivamente inospitale, e le bracciate verso la riva sono veloci e spontanee. Riemergo, guardo l’asciugamano, sento qualcuno che dice “Adesso o mai più”, e allora provo ancora al mio corpo che non è governato da una mente razionale staccando una seconda volta i piedi dal pontile.

tuffo-merla

Urca quant’è scomodo questo secondo tuffo! Questa volta l’acqua mi stordisce. Ma ora in acqua ci sono anche le altre Anatre: giusto il tempo di una foto e via verso il punch!
Mentre mi chiedo dove abbiamo lasciato le nostre dita dei piedi (probabilmente sono diventate dei cubetti di ghiaccio sul fondo del lago) mi godo la sensazione degna di un mon-chéri: dentro sono fuoco, fuori sono neve.

Inizia così la giornata ad Orta, scenario di numerose scoperte.

Dopo aver rifocillato lo stomaco che l’adrenalina aveva affamato, passiamo dal panorama del ristorante “Il Pozzo” a quello di Pratolungo.
Ci stava infatti aspettando lì Giordano per mostrarci quella che vorremmo fosse la nuova sede delle Anatre Selvagge: la sua casa sull’albero è davvero un gioiellino della falegnameria ed il calore che racchiude la cura nell’arredarla ha subito scatenato la fantasia delle Anatre in visita.

casa-jordan-nick

Ma stasera Orta freme anche per un altro evento mondano: Kikki Scazzosi ha radunato i migliori camerieri il miglior chef per offrirci una grande cena al buio.
Il salone dell’oratorio si fa sala da pranzo, le nostre voci diventano i nostri volti ed eliminiamo la vista dai nostri sensi.
Le portate si susseguono nel buio totale, proviamo ad indovinare cosa stiamo assaggiando ma alla fine scopriremo che avevamo capito poco di tutti quei gusti. L’antipasto è facile per chi come me è alle prime armi, perché possiamo tastarlo e avvicinarlo alla bocca con le mani. Accogliamo il primo con l’introduzione della forchetta, con personale soddisfazione nel rendersi conto che in fondo meritiamo l’etichetta di homo sapiens.
Quando i camerieri ci servono il dolce con degli starlight luminosi ai polsi, tutto comincia a prendere la forma che siamo abituati a dare agli spazi: ritorniamo alla percezione consueta e per chi aveva patito il buio ritorna la calma, per chi aveva goduto dell’assenza di luce arriva lentamente la fine di un bel divertimento.
Abbiamo infatti giocato con il tono di voce (urlando all’inizio per sopperire alla mancanza del nostro senso predominante, bisbigliando per parlare all’orecchio del vicino per non farsi percepire dagli altri), ci siamo immaginati i volti delle voci che non conoscevamo (che sorpresa vedere poi le aspettative totalmente disattese!), abbiamo scherzato con tutti quelli che riuscivamo a raggiungere con le mani o con il suono. Ma soprattutto abbiamo sperimentato la difficoltà della gestione di azioni quotidiane in una situazione per noi totalmente insolita.

Francesco, uno dei cinque camerieri, tutti non vedenti o ipovedenti, ci ha consigliato di non sentirci immersi nei panni di una persona che non può vedere, ma di vivere questa avventura alternativa come un tassello del nostro bagaglio esperienziale. Le sensazioni durante la cena si sono susseguite in modo inaspettato e talvolta contrastanti.
Tra commensali i commenti sono assolutamente disparati, ma lo stupore nella nostra percezione dei movimenti dei camerieri è stato univoco. Per tutta la cena, infatti, noi ci siamo affidati loro, sentendoli sicuri e tranquilli. Quando poi è tornata la luce, siamo stati noi vedenti ad aiutarli in alcuni gesti.

Si è conclusa così quest’intensissima giornata sul lago d’Orta, cullata dalle riflessioni sulla complementarietà di ogni essere umano con i propri simili.

anatroccola Stefania Frola

2° Cimento in Volo

Alzi la mano chi ha sempre sognato di volare!
Bene, direi quasi tutti tranne coloro che soffrono di vertigini i cui sogni in questione rientrano nella Top Five dei peggiori incubi. Acrofobici a parte, almeno una volta nella vita tutti abbiamo desiderato poter togliere come fosse una giacca la nostra ruvida pellaccia e sostituirla con una corolla di piume per poter apprezzare il senso di libertà che un volo potrò procurare.
Sono lieta di annunciare che non è più necessario cercare di svuotarci le ossa: farvi lanciare dall’adrenalinica Lago Maggiore Zipline di Aurano sarà un’esperienza più che soddisfacente, così come lo è stato per me.

La splendida giornata del 22 gennaio 2017 ha sancito il mio battesimo del volo che, da brava Anatra Selvaggia, ci tenevo risultasse spettacolare (perché si sa, noi Anatre siamo un po’ esibizioniste!). Perché dunque lanciarsi in pieno inverno su un cavo d’acciaio lungo 1850 metri e raggiungere velocità di 120 km/h in modo tradizionale quando potresti farlo mettendo alla prova te stesso, rubando un sorriso agli altri e facendo al tempo stesso del bene? L’evento del Cimento in Volo ha ricreato le condizioni perfette.
Io e altri 75 cimentisti di tre categorie: goliardici, coraggiosi e freddolosi (i primi in costume da bagno o biancheria, i secondi in t-shirt e pantaloni lunghi, gli ultimi imbacuccati), abbiamo affrontato il freddo e la paura del vuoto a fin di bene: raccogliere fondi per l’associazione A.Ma.Me.mi di Cambiasca che si occupa di bambini affetti da malattie metaboliche ereditarie.

Non contenti di testare la nostra resistenza al freddo io e il mio fidanzato abbiamo deciso di fare di più: vestirci da Eros e Pollon per strappare grasse risate ai partecipanti all’evento; non per vantarmi ma… ci siamo riusciti più che bene!
PS: Chi non conosce questi personaggi è una persona triste cui chiedo cortesemente di rifarsi una cultura dei cartoni anni ‘80/‘90.

Scherzi a parte, il cimento in volo è stata un’esperienza straordinaria. La paura del freddo, dell’altezza e della velocità si sono dissolte davanti alla gentilezza degli organizzatori, all’incoraggiamento continuo degli astanti, alla solidarietà tra cimentisti e alla personale volontà di testare i limiti del proprio coraggio e del proprio fisico non solo per divertimento, ma anche per un motivo più nobile.

22

Ringrazio tutti coloro che sono stati coinvolti in questa giornata meravigliosa e un grazie alle Anatre Selvagge che in questo tipo di eventi, letteralmente, ci “sguazzano” e che fortunatamente mi trascinano con loro!

Al prossimo Cimento!

Serena “Pollon” Tacca

La conquista di Spinalonga

Andare su un’isola greca per fare un bagno in mare non ha nulla di speciale. Chissà quanti lo avranno fatto.
Farlo il 30 dicembre in quello che è, a memoria d’uomo locale, l’inverno più freddo degli ultimi trent’anni già assume i contorni dell’impresa.
Siamo arrivati nel paese di Plaka il 28 dicembre e come ho visto l’isolotto di Spinalonga ho sentito un fremito nell’uropigio. Io dovevo andare là.
L’isola, distante circa 850 metri da terra, presenta ancora le vestigia della fortezza veneziana e del lebbrosario che ha ospitato fino al 1955. Non potevo tornare a casa senza aver raggiunto quell’austero ma suggestivo angolo di Creta.
Tornammo il giorno successivo a presta ora, ma il vento, un’insistente pioggia e un minaccioso moto ondoso mi fecero desistere dall’impresa; tutto rimandato al dì seguente.
Alle 7.00 del 30 dicembre, ultimo giorno di permanenza in quella zona di Creta, le condizioni meteo erano quasi le stesse, ma era l’ultima possibilità. Senza frapporre indugio alcuno, calzai la muta (va bene l’eroismo, ma non esageriamo), mi tuffai nelle fredde acque dell’Egeo scosse da raffiche di Malteni, il fottuto vento ellenico che soffia in direzione Nord-Sud.
Dopo qualche bracciata non ero ancora sicuro che sarei arrivato all’isola; la distanza non è molta, ma la temperatura, il mare mosso, l’assenza di qualunque imbarcazione che potesse dare soccorso, suggerivano una qualche prudenza. Bracciata dopo bracciata, mi fermai per vedere a che punto ero. La riva era ormai piuttosto lontana, i pescherecci ormeggiati al porto non erano che piccole sagome appena distinguibili; guardando di fronte, l’isola in controluce rispetto al sole sorgente non era che un’ombra incombente.
La sfida si era protratta troppo per ritirarla, Spinalonga era pronta per essere redenta!
C’è stato, in quel frangente, un susseguirsi di pensieri e sensazioni. Solo, in un tratto di mare sconosciuto, privo di qualunque appoggio, tra le onde provenienti da Nord, emerge la consapevolezza che tutto dipende solo da me: l’affanno, un crampo, un principio di congestione, eventualità di fronte alle quali non ci sono risorse che la propria determinazione. Possono essere pensieri angoscianti per chi non abituato al nuoto in acque libere, ma per un’Anatra Selvaggia è pura estasi.
Arrivo finalmente sulla spiaggia di Spinalonga. Prendo terra su un tratto molto pietroso e aspro. Fuori dall’acqua il vento e la pioggia colpiscono molto di più. Cammino fino a toccare le mura della rocca veneziana. L’obiettivo è raggiunto.
Ritorno sul bagnasciuga camminando su pietre aguzze e sterpaglie, ma non le sento neanche per l’insensibilità ai piedi dovuta al freddo. Mi tuffo e con l’animo leggero ritorno a Plaka. Quasi arrivato, percepisco alle mie spalle un raggio di sole che si fa largo tra le nuvole dell’inverno cretese, questo non può essere che un tributo di Poseidone all’anatresca impresa.
Una volta arrivato, asciugato e rivestito, torniamo in albergo. Una doccia calda mi restituisce la sensibilità agli arti e sento un fastidioso dolore alla pianta del piede sinistro. Guardo e scopro di avere più di una decina di spine conficcate nella pelle: non le ho volute togliere, mi piace pensare che qualcosa di Spinalonga sia sempre con me.
Se in futuro dovessi incorrere ad infezione al piede sinistro, ora sapete perché; a voi scegliere se si tratta di eroismo o imbecillità.

Sempre vostro,
Giorgione

8° Cimento d’la Merla

Ritorna il cimento invernale nelle acque del Lago d’Orta!

Come tradizione, il tuffo avrà luogo nei giorni più freddi dell’anno, i dì d’la Merla, i giorni della Merla.

Collaborazione tra UICI Novara, Pro Loco Orta S. Giulio e Anatre Selvagge per l’

8° Cimento d’la Merla

in Piazza Motta, a Orta San Giulio.

Sabato 28 gennaio 2017_____Ritrovo: ore 11,00.

Sabato 28 gennaio 2015_____Tuffo: ore 12,00.

Iscrizione gratuita!
A tutti i cimentisti verrà consegnata una maglietta a ricordo della manifestazione.

Possibilità di cambiarsi e deposito indumenti all’Albergo Leon d’Oro.
Dopo il tuffo bevande calde, biscotti e torte per tutti presso il ristorante IL POZZO.

loghi-uici-plo-wd


ISCRIZIONE: conferma la tua presenza QUI

cimento015

Il logo della manifestazione è stato ideato e realizzato dall’Artista omegnese Giorgio Rava.


Novità 2017: al Cimento d’la Merla è abbinata la
CENA AL BUIO

cena_al_buio

La cena al buio si svolge in un ambiente completamente oscurato. I commensali, temporaneamente privati della vista, possono esaltare le proprie percezioni sensoriali; in un gioco di riconoscimenti e sperimentazioni percettive il gusto, il tatto, l’udito e l’olfatto sono valorizzati tra una portata e l’altra.
Il menù sarà da indovinare… Siete invitati a questa esperienza sensoriale unica e fuori dall’ordinario in cui ritrovare il piacere del gustare, il bello del toccare, il valore dell’ascoltare e il fascino del riconoscere i profumi.
Un’occasione per vivere una particolare esperienza di comunicazione e relazione.

La cena si svolgerà nei locali dell’Oratorio di Orta San Giulio. Prezzo della cena: 35€.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al numero 3384679743 (Cristina). La prenotazione sarà ritenuta valida al versamento della caparra.

.

– – – – – – –

Controlla quando sono i prossimi cimenti!

– – – – – – –

Calendario Cimenti 2016-2017

Ciao a tutti, Anatre Selvagge e intrepidi amici! Dopo una calda estate, siamo pronti a sguazzare nella stagione dei cimenti invernali, tuffi marini e lacustri. Ecco l’elenco di quelli organizzati tra la fine del 2016 e i primi mesi del 2017, ci vediamo nell’acqua fredda!

– Domenica 4 dicembre: Deiva Marina (Sp)
– Giovedì 8 dicembre: Arenzano (Ge)
– Domenica 11 dicembre: Savona (Sv), Sori (Ge)
– Domenica 18 dicembre: Cogoleto (Ge), Marina di Massa (Ms)
– Sabato 24 dicembre: Lerici (Sp)
– Lunedì 26 dicembre: Alassio (Sv), Riva Trigoso (Ge), Locri (Rc)
– Martedì 27 dicembre: Borghetto Santo Spirito (Sv), Spotorno (Sv)
– Mercoledì 28 dicembre: Loano (Sv)
– Venerdì 30 dicembre: Albenga (Sv)
– Sabato 31 dicembre: Pietra Ligure (Sv), Spotorno (Sv)
– Domenica 1 gennaio: Varazze (Sv), Chiaverano (To), Levanto (Sp), Sanremo (Im), Portovenere (Sp)
– Lunedì 2 gennaio: Ospedaletti (Im)
– Martedì 3 gennaio: Ceriale (Sv)
– Giovedì 5 gennaio: Laigueglia (Sv)
– Venerdì 6 gennaio: Brissago (Svizzera), Finale Ligure (Sv), Sturla (Ge), Cimento Catodico a San Terenzo (Sp), Imperia (Im), Villaputzu (Ca)
– Sabato 7 gennaio: Recco (Ge)
– Domenica 8 gennaio: Bogliasco (Ge)
– Domenica 15 gennaio: Noli (Sv)
– Sabato 21 gennaio: Portovenere (Sp)
– Domenica 22 gennaio: Aurano (Vb), Vado Ligure (Sv)
– Sabato 28 gennaio: 8° Cimento d’la Merla, Orta San Giulio (No)
– Domenica 29 gennaio: Milano (Mi), Torino (To), Cimento del Bai, Quarto (Ge), Voltri (Ge), Ledro (Tn)
– Sabato 4 febbraio: Cannobio (Vb)
– Domenica 5 febbraio: Mergozzo (Vb), Bergeggi (Sv)
– Sabato 11 febbraio: Rapallo (Ge)
– Domenica 12 febbraio: Santa Margherita Ligure (Ge), Arona (No)
– Domenica 19 febbraio: Nervi (Ge)
– Domenica 26 febbraio: Celle Ligure (Sv)
– Domenica 5 marzo: Genova (Ge)
– Domenica 12 marzo: Savona (Sv)

Questo elenco verrà aggiornato il prima possibile; nel frattempo ringraziamo cimento.it per avere il calendario sempre aggiornato con tutti (ma proprio tutti) i cimenti organizzati.
Sulla pagina Cimenti invernali verranno inseriti quelli in cui ci sarà la presenza anatresca.