A Loano 225 “impavidi” festeggiano la 30^ edizione del cimento invernale

Loano. Grande festa in riva al mare, questa mattina a Loano, per festeggiare la 30^ edizione del cimento invernale di nuoto, promosso dall’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano e organizzato dall’Ati Spiagge Libere Attrezzate in collaborazione con il Sindacato Italiano Balneari di Loano, la Federazione Italiana Nuoto Salvamento, la Guardia Costiera di Loano.

Sono arrivati dalla Liguria, dal Piemonte e dalla Lombardia i veterani e i principianti del cimento che si sono dati appuntamento nei Bagni Medusa per fare il tradizionale tuffo in mare di fine anno.

Una mattinata dal clima primaverile ha accolto i 225 cimentisti che hanno potuto trattenersi a lungo nel mare. La temperatura esterna ha superato i 18 gradi e quella dell’acqua i 15 gradi.

Il più giovane Leonardo Carbone (5 anni) è arrivato da Milano e la più giovane a tuffarsi è stata Camilla Facciolo (6 anni) proveniente da Boissano. Carla Carli, genovese classe 1934 si è aggiudicata il premio “più matura” e Salvatore Lombardo classe 1932, residente a Vendone, ha ricevuto la coppa quale cimentista “più maturo”.

Tornano a vincere il premio “gruppo più numeroso” i “Nuotatori del tempo avverso”. Infine, due coppe sono state consegnate ai cimentisti che hanno partecipato al cimento nel “modo più originale”. A ritirare il premio sono stati Enrico Centofanti con il costume da “indiano” ed Elettra Lorè, bambina vestita da “fatina” proveniente da Mondovì. Erano presenti alla premiazione l’assessore Remo Zaccaria e il consigliere comunale Luana Isella.

Il servizio di salvataggio è stato curato dagli Operatori della Scuola Italiana Cani Salvataggio, dalla squadra Opsa (Operatori Polivalenti Salvataggio in Acqua) della Croce Rossa Italiana e dalla Cri di Loano presente con una ambulanza, il medico e i soccorritori.